sabato, Gennaio 25, 2020
Home > Cultura e Musica > L’evoluzione di un artista: Andrea Burroni

L’evoluzione di un artista: Andrea Burroni

Andrea Burroni con opere dagli anni ’70 al manifesto di “artchitettura” ripercorre il cammino che lo porta a creare una sinergia al contrario tra arte e architettura duettando con Filippo Coltro, architetto. La loro Artchitettura e il loro manifesto siglano una nuova sensibilità artistica, una sorta di summa dei maggiori insegnamenti della  scuola d’arte moderna nel suo differenziarsi dalle scuole anteriori fosse anche il Surrealismo.

Questo appare evidente nella tendenza a sezionare la figura e a scardinare i piani naturali, senza trascurare un riferimento ai simboli e all’onirico. Nel manifesto rimarcano “Noi: Andrea Burroni artista e architetto, rovesciamo con ARTCHITETTURA, il canonico ordine: contenitore (architettura) – contenuto (arte), facendo architettura da opere d’arte.”. Impossibile non tornare all’insegnamento del Futurismo anche perché l’Artista afferma “il futuro ha un cuore antico”.  La mostra si è aperta apre il 26 ottobre 2013 ore 18.30 con una presentazione presso Palazzo delle Opere Sociali – Piazza Duomo n. 2, Vicenza ed è visitabile presso la Galleria De Munari in contrà Vescovado 13 a Vicenza dal 26 ottobre al 10 novembre 2013 con il seguente orario: dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00, dalle ore 15.30 alle ore 19.45. Il lunedì mattino chiuso, aperto dalle ore 15.30 alle ore 19.45. Ingresso libero ed  incontro con l’artista su appuntamento telefonando ai numeri 0444542663 – 3496410654

Gabriella De Gregori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *