domenica, Agosto 25, 2019
Home > Rubriche > Lettere alla redazione > L’ipocrisia come espressione del potere politico

L’ipocrisia come espressione del potere politico

In una società del benessere, così come falsamente definita quella attuale, la gente muore ancora di stenti e di paure, oggi più di ieri. I giornali hanno comunemente convenuto di non dare notizie, l’ipocrisia come espressione del potere politico, di morti violente, fino a un anno fa con un ritmo impressionante, da parte di piccoli imprenditori, artigiani, commercianti, operai ritrovatesi all’improvviso senza lavoro e futuro. Una società mascalzona la nostra, dove i ricchi la fanno spudoratamente da padroni, senza rimorsi, una società che invece di aiutarti ti abbandona se inciampi nelle difficoltà della vita, se perdi il lavoro o ti ammali, che ti toglie la casa in quanto sei alla mercè di banche e usurai, una società spietata che sopprime la dignità e la voglia di vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *