lunedì, dicembre 18, 2017
Home > Attualità > Lo spettacolo “Dei Pride” raccoglie più di 5000 euro in favore dello sportello antiviolenza Artemisia Gentileschi

Lo spettacolo “Dei Pride” raccoglie più di 5000 euro in favore dello sportello antiviolenza Artemisia Gentileschi



di Selena Borgna - 29 novembre 2017, 10:19

“La collaborazione Zonta-Lions-Rotary funziona e voglio ringraziare il sindaco di Albenga Giorgio Cangiano, il consigliere comunale di Albenga Maurizio Arnaldi, la sindaco di Garlenda, il sindaco di Alassio Enzo Canepa con l’assessore alle politiche sociali Lucia Leone, il presidente dell’Unitre di Albenga Alfredo Sgarlato e tutti gli intervenuti”, ha dichiarato la presidente dello Zonta Sandra Berriolo durante lo spettacolo teatrale “Dei Pride” in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, “senza però dimenticare tutti coloro che hanno fatto una donazione pur sapendo che non potevano essere presenti allo spettacolo. Abbiamo realizzato un ricavato enorme e voglio ringraziare l’associazione “Tra le Torri” che ha donato una somma considerevole in favore dello sportello antiviolenza Artemisia Gentileschi”.
Stessa soddisfazione da parte della presidente dello sportello antiviolenza, destinatario delle somme ricavate dalla vendita dei biglietti d’ingresso allo spettacolo :”Con i fondi ricevuti facciamo un interessante progetto, per ora ancora segreto, in favore delle donne e dei minori vittime di violenza. Le forze dell’ordine sono con noi e voglio ringraziare l’arma dei carabinieri per il loro lavoro”.
“Il progetto che ha in cantiere lo sportello è ancora nella fase di richiesta delle autorizzazioni”, sottolinea il maggiore dei carabinieri Rossi, “e sarà utile alle fasce più deboli e sarà una sorta di struttura permanente per le vittime”.
“La ‘Rozante’ sta ricevendo numerosi complimenti per la bravura di esecuzione ma anche per la stesura del testo, un originale di Luisa Maurizio e Barbara Ferro; purtroppo non vorremmo mai raccogliere soldi per aiutare progetti a favore delle donne violate, maltrattate, non rispettate come esseri umani ma ci tocca ancora farlo; ed evidentemente la gente ci vuole aiutare perchè moltissimi hanno fatto una offerta pur senza venire all’Ambra allo spettacolo. La missione dello Zonta è quella di lavorare per migliorare la condizione delle donne a tutti i livelli e lo facciamo sia destinando proventi alla nostra Fondazione Internazionale per programmi in Niger, Madagascar, Nepal che con interventi di advocacy lottando contro le discriminazioni e sostenendo l’avanzamento dello status femminile sulla base dei diritti umani”.
Con lo spettacolo “Dei Pride” si evidenzia che “le donne sono più fortunate delle dee perché possono scegliere, nonostante le fragilità psicologiche e il tempo che ne segna il fisico, non essendo legate in eterno allo stereotipo loro assegnato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *