domenica, Ottobre 20, 2019
Home > Attualità > LOANO: CONTROLLI E CHIUSURA ACCESSI AL MARINO PIEMONTESE

LOANO: CONTROLLI E CHIUSURA ACCESSI AL MARINO PIEMONTESE

di Redazione

Nei giorni scorsi gli uomini del  Comando di Polizia Municipale hanno effettuato un sopralluogo nell’immobile Marino Piemontese al fine di verificare la presenza di persone non autorizzate. Durante il controllo da parte degli agenti non si è riscontrata la presenza di persone, ma solo tracce recenti di un bivacco nella casetta dell’ex custode.

L’intervento è stato programmato in seguito ad un incontro tra il Sindaco Luigi Pignocca e l’Assessore Enrica Rocca con i funzionari e i tecnici di ARTE Savona (Azienda Regionale Territoriale per l’Edilizia).

La riunione è stata sollecitata dall’Amministrazione Comunale per richiedere maggiori controlli e la muratura degli accessi all’immobile. Infatti diversi sopralluoghi, effettuati precedentemente nell’immobile dagli agenti della Polizia Municipale in collaborazione con i Carabinieri della stazione di Loano, avevano fatto riscontrare nella struttura un rilevante stato di degrado con la presenza di un bivacco e di persone non autorizzate.

Il bene immobile, originariamente di proprietà dell’ASL2 Savonese, è dal 2008 passato ad ARTE Savona . Durante l’ultimo controllo, concordato con  Arte, la struttura è stata bonificata e sono state sbarrate le porte e le finestre per impedire l’ingresso. L’ente, al fine di preservare l’immobile e di impedire l’accesso ad estranei, attiverà un servizio saltuario di vigilanza per verificare che gli accessi restino chiusi.

“Il sopralluogo nel Marino Piemontese – spiegano il Sindaco Luigi Pignocca e l’Assessore alla Polizia Municipale Enrica Rocca – si inserisce nell’ambito dei controlli sul territorio che con regolarità il Comando di Polizia Municipale effettua. Periodicamente gli agenti effettuano sopralluoghi in base a segnalazioni o a controlli di routine.  Ringraziamo i cittadini che con le loro indicazioni ci aiutano ad intervenire con tempestività.”

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *