sabato, Agosto 17, 2019
Home > Attualità > Loano,“LOA Legge… a scuola”- Alunni e studenti si avvicinano alla lettura

Loano,“LOA Legge… a scuola”- Alunni e studenti si avvicinano alla lettura

Prosegue anche nel 2019 la versione “scolastica” del progetto “LOA Legge in Ogni Angolo”, l’iniziativa interamente dedicata alla lettura organizzata dall’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano in collaborazione con Monica Maggi di “ATuttoTondo” ed il Mondadori Bookstore di Loano.

Dopo il successo ottenuto dalle due giornate di laboratori di lettura di strada tenutesi a maggio e ad agosto 2018, nel mese di ottobre dello scorso anno il progetto varato dall’amministrazione del sindaco Luigi Pignocca è entrato direttamente negli istituti scolastici della città.

Il progetto vede coinvolti alunni delle scuole di ogni ordine e grado (la scuola primaria Valerga-Milanesi; l’istituto secondario di primo grado Mazzini-Ramella; l’istituto Falcone) in una logica di continuità e creazione di lettori “perenni” in grado di dare vita ad un proprio gusto personale e un proprio spazio di lettura come pratica di “allenamento culturale”. Il progetto prevede, tra le varie iniziative, presentazioni di libri, lavoro in rete sul territorio, formazione per insegnati, laboratori per formare un “team di ragazzi facilitatori della lettura”, eventi di lettura pubblici.

Per quanto riguarda la scuola primaria, l’obiettivo è spingere gli alunni a “prendere confidenza” con la parola scritta ed i suoi autori, stimolare la creatività ed il senso critico (scelta del libro, curiosità, generi, cosa e dove leggere, lettore attivo). Per le medie e superiori, invece, l’obiettivo è orientare al “gusto” della lettura come esperienza quotidiana e piacevole; accompagnare alla consapevolezza del concetto di lettura come mezzo di informazione/formazione, interpretazione/comunicazione della realtà; formare facilitatori della lettura e lettori ad alta voce.

Giovedì 10 gennaio le classi 3A, 3B, 3C e 3D delle Mazzini-Ramella parteciperanno all’iniziativa “In classe con l’autore”, che si pone l’obiettivo di approfondire l’argomento di un libro tramite la lettura del volume e l’incontro diretto con il suo autore. Nell’aula magna dell’istituto scolastico si terrà la presentazione di “#disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione” di Andrea Franzoso (De Agostini).

Da piccolo Andrea era obbediente, riservato, timido. Tanto che di fronte alla prepotenza non sapeva come reagire, e quando un gruppo di bulli l’ha preso di mira ha preferito cambiare scuola pur di levarseli di torno. Poi è cresciuto, ha studiato, lavorato sodo e dopo mille fatiche ed esperienze diverse ha trovato la stabilità e un posto di lavoro in un’azienda pubblica. E proprio allora, tra i suoi superiori, ha incrociato altri bulli, che approfittavano delle loro posizioni di vertice per imporre le loro regole e tessere i loro giochi di potere. Uno di questi, il presidente, rubava: utilizzava i soldi dell’azienda per spese personali, sotto gli occhi di molti colleghi che fingevano di non vedere, per indifferenza o paura. Questa volta Andrea ha deciso di reagire e ha denunciato tutto, senza preoccuparsi delle conseguenze e delle ritorsioni, che inevitabilmente sono arrivate. Da quel giorno la sua vita è cambiata, ma nel modo più imprevedibile. Ha scoperto che non puoi essere davvero libero se non sei onesto con te stesso e con gli altri. E che spesso il nemico più grande non è il bullo ma la paura: sconfitta quella, ti si apre un universo di possibilità.

#disobbediente è un libro contro la paura: la storia vera di un uomo che ha avuto il coraggio di andare controcorrente. L’onestà spiegata ai ragazzi con una storia potente che arriva dritta al cuore. Nato come libro per adulti, #disobbediente entra nelle scuole italiane grazie al passaparola e a un grandissimo successo tra gli insegnanti e gli alunni delle elementari, medie e superiori.

Andrea Franzoso vive a Milano. Ha faticato a trovare la sua strada e dopo diverse esperienze (è stato capitano dei carabinieri, ha vissuto quattro anni coi gesuiti, ha lavorato come impiegato in un’azienda) oggi fa l’autore televisivo. Ma non è detto che in futuro non si inventi qualcos’altro.

A seguito della presentazione, la giornalista Grazia Noseda terrà il laboratorio di scrittura dal titolo “Come si scrive una recensione di un libro?”. Un gruppo composto da una quindicina di alunni individuati dalle insegnanti potrà partecipare ad un laboratorio di due ore durante il quale i ragazzi impareranno a scrivere la “recensione” di un libro.

L’iniziativa “In classe con l’autore” tornerà lunedì 11 febbraio, quando le classi 2A, 2B, 2D e 2E si recheranno nel salone delle opere parrocchiali della chiesa di San Pio X per partecipare alla presentazione di “Abbiamo toccato le stelle. Storie di campioni che hanno cambiato il mondo” di Riccardo Gazzaniga (Rizzoli). L’incontro rientra nell’ambito di “Lettura e Sport”, dialoghi tra persone e storie che hanno cambiato il mondo ed il proprio paese.

Lo sport non è fatto solo di vittorie e di sconfitte. È importante anche come si vince e come si perde. Perché essere un campione non significa soltanto conquistare una medaglia, battere un record, dominare nella propria disciplina, ma conquistare un primato morale, saper difendere un ideale nobile, dare un esempio. E combattere contro avversari invisibili e subdoli come la discriminazione razziale, politica o sessuale, contro malattie o infortuni gravissimi, o semplicemente contro regole ingiuste e tradizioni fuori dal tempo. I protagonisti di questi venti racconti, con le loro scelte coraggiose e la loro straordinaria capacità di lottare, ci mostrano come lo sport può cambiare il mondo, quando si fa portavoce dei più alti valori umani. La storia di Yusra Mardini, ragazza che scappò a nuoto dalla guerra; di Gino Bartali, campione che pedalò per salvare centinaia di ebrei; di Emile Griffith, pugile che uccise sul ring e amò gli uomini; di Kathrine Switzer, prima donna a correre una maratona; di Peter Norman, eroe silenzioso tra i due giganti del 1968: queste e tante altre storie raccontate dalla voce forte e dolce, epica e commovente di Riccardo Gazzaniga.

Riccardo Gazzaniga è nato nel 1976 a Genova, dove vive. Ha vinto la XXV edizione del Premio Italo Calvino con A viso coperto (Einaudi 2013); è fra gli autori di “Undici per la Liguria” (Einaudi 2015) e ha pubblicato “Non devi dirlo a nessuno” (Einaudi 2016) e “Abbiamo toccato le stelle” (Rizzoli 2018).

“La società attuale offre a bambini e ragazzi moltissimi stimoli culturali, ma questi sono per lo più di carattere multimediale e tecnologico – spiega il sindaco di Loano Luigi Pignocca – La cultura dell’ascolto e della lettura sta cedendo il posto a quella del web, perciò la lettura risulta, per i ragazzi, noiosa ed inutile. In questo mondo che va così veloce abbiamo pensato, in controtendenza, che la valorizzazione della lettura sia, oltre che una proposta culturale, anche un’occasione di crescita personale e sociale. Il libro diventa il ‘medium’ per parlare di argomenti importanti, di sé, della propria comunità. L’obiettivo del progetto è quello di stimolare l’avvio alla lettura, alla relazione e all’ascolto”.

L’assessore alla cultura, Remo Zaccaria, aggiunge: “Riteniamo che la scuola sia il luogo migliore per ‘agganciare’ ed appassionare i giovani alla lettura, incuriosirli ed ed avvicinarli alla letteratura facendo emergere i loro bisogni e le loro attitudini. Il progetto di ‘Leggere è comprendere’ coinvolge le emozioni, i sentimenti, le esperienze affettivo-relazionali e sociali trasformando il libro in una fonte di piacevole svago e di cambiamento e crescita”.

Nel corso del 2017 Loano ha ottenuto lo status di “Città che Legge”, riconoscimento rilasciato dal circuito del “Centro per il Libro e la Lettura” (Cepell) d’intesa con Anci e volto a promuovere e valorizzare le amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di incentivazione alla lettura.

Il 9 marzo 2018 l’assessore Zaccaria ha partecipato alla convention “Ripensare la città attraverso i libri” tenutasi nell’ambito della fiera internazionale dell’editoria “Tempo di Libri” a Milano. Oltre all’assessore loanese alla fiera erano presenti anche gli altri rappresentanti dei 400 comuni italiani che hanno ricevuto la qualifica di “Città che Legge”. L’iniziativa è stata l’occasione per illustrare i risultati dei primi “Patti per la Lettura”, presentare i progetti vincitori dei bandi 2017 dedicati ai Comuni che hanno ottenuto la qualifica di “Città che Legge” e introdurre il nuovo avviso pubblico che consentirà ai Comuni interessati di partecipare alla rete e unire le forze nel rilancio della lettura.

E questo è ciò che ha voluto fare anche il Comune di Loano, che il 15 maggio scorso ha presentato alle associazioni culturali del territorio il nuovo “Patto per la Lettura” approvato dalla giunta Pignocca. Con l’adesione al Patto le associazioni intervenute hanno confermato la propria volontà di supportare e partecipare ai progetti culturali promossi dall’amministrazione ed in particolare il progetto di “LOA Legge in Ogni Angolo”, che risulta perfettamente aderente a quelli che sono gli indirizzi del “Centro per il Libro e la Lettura” sulle “Città che Leggono”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *