lunedì, Febbraio 24, 2020
Home > Sport > Altri Sport > Luca Pacioni sempre in testa in Venezuela al Giro del Tachira

Luca Pacioni sempre in testa in Venezuela al Giro del Tachira

Secondo al traguardo di Abejalis mantiene la maglia gialla

RUBIO- Luca Pacioni ha conquistato il secondo posto nella volata finale di gruppo che ha concluso la seconda tappa della 55esima edizione della Vuelta al Tachira. Il ciclista italiano della Androni Giocattoli Sidermec in un primo tempo è stato indicato come vincitore della tappa, poi ad un attento esame del fotofinish è stato classificato dietro al corridore di casa Ralph Monsalve, risultato così vincitore di tappa.

Siamo ugualmente soddisfatti – ha detto Gianni Savio- per il comportamento della squadra che ha difeso il primato di Luca ed è riuscita a ricucire il distacco dai fuggitivi proprio in vista degli ultimi chilometri. Buona anche la prova di Venchiarutti che ha concluso al quinto posto. Oggi è in programma una tappa che potrebbe concludersi di nuovo in volata. Si tratta di una frazione che si disputerà su di un circuito attorno alla città di Rubio di poco più di dieci chilometri da ripetersi tredici volte. Una occasione di festa per gli appassionati che potranno vedere ed applaudire i ciclisti per tante volte. Spero che i ragazzi riescano a ripetere le belle prestazioni delle prime due tappe”.

Questo l’ ordine d’arrivo della seconda tappa da El Pinal ad Abejalis di 155 chilometri: 1) Ralph Monsalve (Venezuela Pais Futuro) in 3 ore 48′ 22”; 2) Luca PACIONI (Androni Giocattoli Sidermec); 3) Robert Sierra (Ososrio); 4) Miguel Ubeto (Venezuela Pais Futuro); 5) Nicola VENCHIARUTTI (Androni); 6) Saez; 7) Herrera; 8) Yaguaro; 9) Rincon; 10) Chacon, tutti con lo stesso tempo del vincitore.

Classifica generale: 1) PACIONI in 6 ore 47′ 12”; 2) Monsalve a 6”; 3) Yaguaro a 8”; 4) Salinas a 12”; 5) Sierra; 6) Campos a 13”; 7) Villegas; 8) Araujo a 14”; 9) Nava; 10) Jackson Rodriguez a 15”; 15) VENCHIARUTTI a 16”.

Punti: 1) PACIONI, 47; 2) Yaguaro e Monsalve, 30; 4) Ubeto, 29; 5) Salinas, 18; 8) VENCHIARUTTI, 16.

PAOLO ALMANZI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *