domenica, Ottobre 20, 2019
Home > Rubriche > Lettere alla redazione > Meglio di Rommel la volpe del deserto del Pd

Meglio di Rommel la volpe del deserto del Pd

Vedendolo a passeggio, serafico come un cherubino appena sceso dall’altare, Franco Lirosi, eterno eletto assessore comunale, di certo non assomiglia a una volpe nel senso abituale della parola, più tosto a uno di quei signorotti di campagna, scarpe grosse e cervello fine, capelli in sfumatura di bianco e sempre rigorosamente in riga, colorito incipriato rosa scarlatto verosimilmente dovuto a qualche problema di pressione sanguigna.

Eppure, una volpe è: in pochi giorni e con abili mosse è riuscito a convogliare l’attenzione dei mass-media locali sulla sua persona con alcune dichiarazioni tanto astute quanto all’apparenza occasionali, insomma due chiacchiere al bar con i soliti giornalisti scrocconi: mai e poi mai, ha dichiarato, con tanto di cappello in mano, non visibile il bazooka sotto la giacca, è sua intenzione ostacolare la corsa di Livio di Tullio a prossimo Sindaco già in pectore della città di Savona; solo nel caso si decidesse di indire le ‘primarie’, la nostra volpe potrebbe esserne partecipe tanto per dare un po’ di sprint a questo deserto PD, nulla di più, anzi! essendone sicuramente e suo malgrado il vincitore (come espressamente dichiarato) al momento opportuno si ritirerà in buon ordine per non intralciare la strada dell’amico di ventura Livio di Tullio.

Sarà quindi una vittoria simbolica, un po’ paraculata, e che comunque potrebbe dare adito a qualche umano ripensamento (…certo), sarà per noia, per dispetto, per ripicca, per furbizia, per ubriachezza, insomma incombe il pensierino diavoletto di candidarsi a Sindaco considerato che i voti sa dove scovarli alla stregua di un bravo tartufaio, d’altra parte, a onore del vero, in tutte le tornate elettorali precedenti, Lirosi la volpe, è sempre risultato il primo nei consensi PD.

Ora, il fatto che trovi il modo di concorrere alla poltrona di Sindaco di Savona, è del tutto legittimo, a scrufuliare è uno dei migliori attori sulla piazza, o il meno peggio, e poi si sa che la volpe perde il pelo ma non il vizio: sotto tono, in modo sublimale, ha già iniziato la sua campagna elettorale, inviando una moltitudine di auguri in occasione e con la scusa delle festività di Buon Anno: a noi è giunto un messaggino telefonico alle ore 2,30 di notte tanto per tenerci svegli e per farci intendere che la volpe è in arrivo.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *