lunedì, Novembre 18, 2019
Home > Attualità > Mondomarine e Palumbo: accordo per l’affitto del ramo d’azienda

Mondomarine e Palumbo: accordo per l’affitto del ramo d’azienda

Un lungo incontro nella sede dell’Unione Industriali, durato quasi cinque ore, il 15 dicembre 2017, cui hanno partecipato le Rappresentanze sindacali unitarie di Mondomarine, i sindacati e i vertici di Palumbo Group, gruppo imprenditoriale navale che da qualche settimana ha espresso interesse per il cantiere savonese, ha forse cambiato le sorti di Mondomarine.

L’accordo per l’affitto del ramo d’azienda alla Palumbo è stato firmato: una svolta importante che rappresenta una concreta speranza, pur sospesa alla decisione del tribunale fallimentare che, il 19 dicembre prossimo, dovrà esprimersi sull’istanza di fallimento, mentre il 20 l’Autorità Portuale deciderà se rinnovare la concessione.

“L’accordo prevede che verranno assunti subito 9 lavoratori – spiegano Franco Paparusso, Uil e Lorenzo Ferraro, Cgil – nei sei mesi successivi in cui ci sarà l’asta loro parteciperanno e se dovessero aggiudicarsela ci sono buone possibilità del reintegro totale. Non siamo totalmente soddisfatti ma comunque è una possibilità di continuità lavorativa”.

I lavoratori di Mondomarine si sono raggruppati in presidio per tutta la mattinata di ieri, davanti alla sede dell’Unione Industriali, successivamente hanno fatto ritorno nell’azienda per un’ assemblea straordinaria che ha discusso i temi dell’accordo: “Abbiamo firmato l’accordo dopo l’assemblea con i lavoratori – dice Luca Valente, membro della Rsu sindacale – questo che ci è stata proposto è l’unico spiraglio per poter continuare la cantieristica là dentro, entro fine febbraio sapremo se Palumbo si aggiudicherà il bando, abbiamo anche votato la sospensione di presidio permanente. Non è escluso che anche se arrivi il fallimento avvenga immediatamente il licenziamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *