lunedì, Gennaio 20, 2020
Home > Attualità > Notre Dame de Paris? Una tragedia per tutta la cristianità, ma..

Notre Dame de Paris? Una tragedia per tutta la cristianità, ma..

C’è ben di peggio da parlare e discutere!

Senza ombra di dubbio l’incendio cha ha devastato e quasi distrutto la basilica di Notre Dame a Parigi è un fatto di cronaca che ha interessato tutta l’Europa, per non dire il mondo intero. Il simbolo della cristianità è stato distrutto dal fuoco e per tornare all’interno di questo luogo sacro occorreranno molti anni e tantissimi milioni di Euro. Proprio sul fatto economico vorrei soffermandomi credendo che, prima di spendere milioni di Euro, sarebbe molto meglio provvedere ad altre necessità urgentissime in cui la Francia si sta dibattendo. Con questo non voglio dire certamente che la sacra basilica non vada ricostruita, io stesso, da cristiano praticante, sono stato colpito da questo disastro. Sono rimasto per altro stupito, dal fatto che nel giro di poche ore, la somma raccolta da donatori vari abbia già passato un milione e mezzo di Euro. Un donatore francese ha offerto da solo duecento milioni, altri almeno cento e via discorrendo. Sicuramente tutti si saranno assicurati sicuramente un posto in paradiso con queste elargizioni, nella speranza che le somme offerte vadano a buon fine, perché “tutto il mondo è paese”, e tutti ben sappiamo quali siano i pericoli derivanti dalla gestione di tali somme di denaro. Ma la cosa che mi ha fatto rimanere molto perplesso è il sapere che, anche in Francia, come del resto in Italia, milioni di persone anziane vivacchiano con quattro spiccioli di pensione, non hanno nemmeno i soldi per comprarsi le medicine, vivendo di stenti e senza quasi soldi per potersi nutrire. Se tali personaggi, così filantropici verso la chiesa ed il cristianesimo, versasse anche qualche somma per chi vive e versa in condizioni di vita precarie, sarebbe molto meglio e chissà davvero che il Padre Eterno non preferisca questa scelta, forse non capace di dare o stesso riscontro pubblicitario davanti al mondo. Lo stesso governo francese ed il suo presidente che avrebbero problemi ben peggiori da affrontare davanti ad una Francia che è in fermento e che sta esplodendo come una polveriera, sono seduti ad un tavolo, da giorni, parlando solo della cattedrale bruciata, con stanziamenti di denaro notevoli. Anche il comune di Parigi, con tutti i problemi che ha la capitale francese, ha stanziato somme enormi. Decisione certamente giusta, ma altrettanto giusto sarebbe stanziare somme importanti anche per la sicurezza dei cittadini e contro la delinquenza imperante o per aiutare le persone anziane che fanno ogni giorno una coda infinita per avere un piatto di minestra o un pezzo di pane nei centri di assistenza. È un problema di scelte, molte delle quali ritengo fondamentalmente sbagliate. Notre Dame è importante, anzi molto importante, ma altrettanto importanti sono un’infinità di problemi che non vengono opportunamente considerati o affrontati. A parte ogni considerazione personale, speriamo tutti di poter rientrare all’interno della sacra chiesa per ammirarne tutta la sua bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *