giovedì, Marzo 21, 2019
Home > Attualità > Nuovo impianto per la produzione di asfalto alla Icose di Zuccarello

Nuovo impianto per la produzione di asfalto alla Icose di Zuccarello


di Redazione - 28 Febbraio 2019, 13:04

La società Icose installerà un nuovo moderno impianto per la produzione di conglomerato bituminoso nella propria cava di calcare in regione Isola, tra Martinetto, frazione del comune di Cisano e l’abitato di Zuccarello. L’intervento si è reso necessario in seguito all’ormai datata “anzianità di servizio” dell’attuale impianto (nella foto), sempre più soggetto a fermate per interventi di straordinaria manutenzione. La soluzione tecnica individuata per i nuovi macchinari garantirà sia migliore qualità del prodotto finito sia migliori prestazioni ambientali e sarà accompagnata da un incremento della capacità produttiva. Il progetto è stato trasmesso alla Regione Liguria per ottenere le preventive autorizzazioni ambientali attraverso la procedura di verifica screening.

Il nuovo impianto sarà collocato nella stessa area occupata attualmente e sarà costituito da una torre di vagliatura alta circa 33 metri da dove il calcare passerà al miscelatore per essere mescolato con il bitume e vari additivi. Il sistema produttivo sarà completato dal forno, dal bruciatore e dai silos per il prodotto finito. Il nuovo ciclo di lavorazione dovrebbe consentire un risparmio energetico intorno al 15% e una significativa riduzione degli sprechi.

Icose, nata subito dopo la seconda guerra mondiale, è presente sul territorio ingauno dagli anni 70 del secolo scorso quando la famiglia Defilippi acquisì la cava di Zuccarello. Da allora ha avuto una costante espansione fino a diventare, con 90 dipendenti, una delle maggiori attività estrattive e costruttive del Savonese. Grazie all’impegno per l’ambiente, è certificata ISO 14001 dal 2007. L’attività produttiva è incentrata sull’estrazione, frantumazione e vagliatura di inerti (calcare) e sulla produzione di conglomerato bituminoso (vari tipi di asfalti) e conglomerato cementizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *