martedì, Agosto 20, 2019
Home > Cultura e Musica > Omaggio a Renato Podestà a Pareto

Omaggio a Renato Podestà a Pareto

Si svolgerà presso l’ex Oratorio in piazza Cesare Battisti a Pareto (AL) l’iniziativa “Genti, luoghi, riti tra Piemonte e Liguria. Omaggio a Renato Podestà”, organizzato dall’Associazione culturale no profit “R. Aiolfi”, col patrocinio del Comune di Pareto. La mostra, a ingresso gratuito, si terrà dal 4 al 11 settembre 2011, dal venerdì alla domenica con orario 16.30 – 18.30. Collateralmente, la Dr.a Silvia Bottaro presidierà una conferenza con proiezione di diapositive sul tema “Ebanisti ed intarsiatori savonesi nell’Ottocento”, nella stessa sede della mostra d’arte.

Per il secondo anno consecutivo, visto l’interesse suscitato nella prima edizione, si ripete la mostra “Genti, luoghi, riti tra Piemonte e Liguria”, arricchendolo con l’”Omaggio” al pittore Renato Podestà che così tanto ha amato il paesaggio del Santuario di Savona, nel solco della grande pittura di Eso Peluzzi. Hanno aderito con il solito entusiasmo e sensibilità creativa gli artisti, associati con l’Associazione “Aiolfi” di Savona: Emilio Beglia, Elena Capone, Olga Dolfi, Elena Frontero, Silvia Fucilli, Grazia Genta, Anna Gioia Del Fauro, Carlo Giusto, Gianni Piccazzo, Pasqualina Poggio, Mauro Pompilio, Josè Angela Saccone, Anna Santoiemma, Nani Tedeschi, Mauro Venturino, Marino Vanara. I loro lavori, molti recenti altri maturati nel tempo attraverso ricerche sia sui materiali, anche poveri e legati al Territorio (si veda l’uso del legno di Vanara), rinsaldano il legame davvero antico tra Piemonte e Liguria. Pareto ha sempre avuto un canale diretto con gli artisti del Novecento proprio dal 25 giugno al 7 agosto 2011 il Comune di Pareto ha ospitato nel Castello Aleramico la mostra “I tre artisti di Pareto: Berzoini, De Salvo, Pacetti” raggruppando, in tal modo, tre voci storiche dell’arte del Novecento italiano che hanno trovato in questo luogo ameno, tra Liguria e Piemonte, uno spazio per il loro lavoro e per il loro tempo libero. Il Sindaco Andrea Bava ha fatto molto bene a proporre questa rilettura di tre importanti personalità legate alla ceramica, al secondo futurismo, alla ricerca sui materiali, al paesaggio. Seguendo questo filone di proposte culturali sull’itinerario “Pareto – Savona”, un viaggio tra mare e colline, tra boschi e castelli quest’anno si rinnova la presenza dell’Associazione “Aiolfi” di Savona nella sede dell’ex Oratorio, sotto la mole del maestoso Castello e dell’antica chiesa parrocchiale, che festeggia i suoi 400 anni (1611-2011). Pareto pare assurgere, ancora una volta, ad una sorta di “laboratorio” artistico tra il limite della Liguria, al confine con il Piemonte, lungo la strada delle acciughe e dei pellegrini e tra incantevoli scorci panoramici. L’idea di Silvia Bottaro, che cura da due anni questa edizione, pare risultare felice in quanto induce a scoprire un Territorio forse ritenuto banale e lontano dai luoghi del turismo più reclamizzato, ma che, invece, ha in sé tradizione, fatica, religiosità fervente, riti che accomunano le vallate e le rendono vicine al mare, da cui partire per rintracciare, in pochi chilometri, la pace e la serenità di Pareto. L’omaggio a Renato Podestà, fortemente voluto dalla Dr.a Silvia Bottaro, vuole ricordare un Artista schivo, serio, profondamente legato al suo entroterra che ha “cantato” con freschezza e limpida pittura. Luigi Pennone che ben conosceva l’Artista ha scritto: “Lirismo, ingenuità ed affettuosa partecipazione umana si rivelano in queste opere dove la visione del mondo è espressa con fresca vena e serena dolcezza” (aprile 1975).

Silvia Bottaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *