domenica, Ottobre 20, 2019
Home > Attualità > Piaggio: forse alla svolta

Piaggio: forse alla svolta

Graduale rientro dei dipendenti in Cigs grazie alle commesse del Ministero della Difesa

Qualcosa comincia a cambiare e, forse, si rientra nella normalità, alla Piaggio Aerospace: inizia infatti il graduale riassorbimento degli operai e dei tecnici in Cigs – Cassa integrazione guadagni straordinaria – nell’ordine di circa 100 persone al mese, fino al completo rientro in produzione dell’intera forza lavoro. Già a partire dal prossimo mese di settembre è stato pianificato il rientro di almeno 30 lavoratori per attività propedeutiche alla messa in esecuzione dei contratti sul P.180.

Durante l’incontro di mercoledì 3 luglio scorso presso l’Unione Industriali di Savona, il commissario straordinario di Piaggio Aerospace, Vincenzo Nicastro,come è stato diffuso da una nota: “ha ricordato quanto ribadito in occasione del tavolo al Mise dello scorso 20 giugno in merito al riassorbimento occupazionale dalla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (Cigs)”. Nello specifico, a partire dal momento in cui i contratti istituzionali relativi ai P.180 (acquisizione di 9 nuovi velivoli da parte del ministero della difesa e retrofit di 19 aerei attualmente operativi) saranno sottoscritti, è previsto un graduale riassorbimento degli operai e dei tecnici in Cigs nell’ordine di circa 100 unità al mese, fino al completo rientro dell’intera forza lavoro.

“La definizione puntuale delle esigenze operative delle Forze Armate italiane e la disponibilità delle relative coperture finanziarie – aveva spiegato nei giorni precedenti il commissario – ci permettono di ripartire. Terminate le varie attività amministrative, da tempo avviate grazie all’impegno di tutte le parti coinvolte, si arriverà a breve alla formalizzazione degli ordini: commesse che genereranno per Piaggio Aerospace complessivamente un fatturato pari a circa 700 milioni di euro”.

“Le tempistiche annunciate dal Governo consentono di prevedere, allorché si entrerà in fase esecutiva, il graduale riassorbimento della forza lavoro in particolare nel settore velivolistico – così ancora si era espresso Nicastro –  mentre potrà proseguire con maggiore forza l’impegno dell’azienda a riconquistare quote di mercato in tutti i settori in cui opera. Il percorso è ancora lungo, ma credo che, ad appena sei mesi dall’avvio dell’Amministrazione Straordinaria, abbiamo imboccato la strada giusta. Il nostro obiettivo – aveva concluso il commissario straordinario di Piaggio Aerospace – è arrivare all’autunno prossimo con una società che possa attrarre un acquirente di primo livello: in quel periodo infatti partirà auspicabilmente il bando ufficiale per la vendita dell’azienda”.

Forse per la Piaggio, orgoglio del’industria nazionale, si comincia ad uscire dal tunnel.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *