AttualitàPolitica

Pietra Ligure, il presidente Toti incontra gli albergatori

Si è tenuto, presso il comune di Pietra Ligure, alla presenza del governatore Toti, degli assessore regionali Berrino e Mai, del consigliere regionale Vaccarezza, del sindaco Luigi De Vincenzi e dei rappresentanti delle categorie coinvolte, un incontro per discutere sulla crisi riguardante il settore turistico.

“La gente è arrabbiata anche perchè sono trascorsi due anni dalla tragedia del Ponte Morandi e non abbiamo avuto risposte dal Ministero e dalle Autostrade in merito alla situazione riguardante la viabilità e oggi si pretende di fare tutto e subito senza alcuna responsabilità”, dichiara il presidente Toti, “ma occorre un piano serio della mobilità e la regione lo sta facendo. Vi è bisogno di investimenti uscendo dalle ambiguità sui temi importanti come la Gronda ed il raddoppio della ferrovia di Ponente e su questi temi la regione ha idee chiare sostenendoli completamente. Anas deve muoversi in modo diverso da ora anche perchè a Cervo l’Aurelia è tagliata in due e non vi è un piano; per noi è molto importante la vicinanza con il Piemonte, la Lombardia e l’Emilia Romagna ma bisogna investire in pubblicità riguardante i nostri territori. Vi è la necessità di cambiare il piano di ispezione per le gallerie che blocca il traffico, far partire la Gronda di ponente, riportare i voli Alitalia su Genova e valorizzare la Liguria insieme agli albergatori; stiamo lavorando per dare agibilità dove ci sono stati danni dovuti al maltempo e anche se ci vorranno alcuni giorni per rimettere in piedi le strade danneggiate la regione ha già comunicato la disponibilità a dare i fondi necessari a risarcire il comune. Spero che il Governo tiri nuovamente fuori il piano per la messa in sicurezza del territorio e riguardo al Covid voglio dire che abbiamo tolto la tenda del triage a Genova ma non bisogna abbassare la guardia cercando, con prudenza, di tornare alle nostre vite”.

Parole simili da parte di Angelo Berlangieri, presidente dell’Unione Provinciale Albergatori di Savona :”Abbiamo formulato due richieste : aiutare le aziende ed i lavoratori del settore poichè le misure attuali sono insufficienti e la previsione della prossima programmazione dei fondi comunitari, una sorta di Piano Marshall per il settore turistico. Bisogna ripartire nel 2021 senza dimenticare la crescita per i prossimi anni ed il cattivo stato delle infrastrutture non aiuta; chiediamo il risarcimento danni e, se necessario, andremo a manifestare. Il mese di giugno è ormai perso mentre per i prossimi mesi abbiamo circa il 15% di prenotazioni degli scorsi anni ma speriamo vivamente che possano aumentare nelle prossime settimane”.

“Il grido d’allarme degli albergatori è giustificato e spero che il Governo centrale possa aiutarli anche se la regione è molto vicina a questo settore; dal 1 luglio avremo un servizio di spiagge libere che verrà illustrato nei prossimi giorni e per il quale stiamo recuperando risorse. Ho incontrato l’assessore regionale Giampedrone che si è detto disposto a finanziare l’intervento necessario per sistemare le strade franate per il maltempo mettendo a punto le linee necessarie”, conclude il primo cittadino di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: