venerdì, Dicembre 13, 2019
Home > Attualità > Presentato a Savona il progetto di rilancio del Priamar

Presentato a Savona il progetto di rilancio del Priamar

“Questo lavoro è inziato lo scorso anno e siamo stati aiutati anche dalle idee del campus”, ha dichiarato il sindaco Ilaria Caprioglio durante la conferenza stampa di presentazione del progetto di rilancio del Priamar, “e voglio ringraziare l’ingegner Delfino e gli altri che hanno contribuito alla relizzazione di questo progetto. Abbiamo deciso di dedicarci a questo progetto suddividendo la struttura in lotti e abbiamo già incontrato alcune realtà che hanno manifestato interesse verso questa struttura. Inizialmente partiremo con piccoli progetti e sucessivamente sarà la volta, dopo aver trovato i finanziatori, di progetti più grandi e ambiziosi. Il progetto è un mix tra cultura, commercio, artigianato e ristorazione e la prima fase dei lavori prevede alcuni interventi di recupero degli accessi, tra cui l’ultimazione della passerella su Via Trento Trieste, la sostituzione degli ascensori, la collocazione di una mappa all’ingresso che spiega cos’è il Priamar, la valorizzazione della collezione dell’Istituto Nautico Leon Pancaldo e la valorizzazione delle vetrine con le esposizioni degli artisti locali. L’Asssociazione Astoria che si occupa di costumi d’epoca ha già manifestato interesse per questi spazi e si sta lavorando per destinare le cellette alla mostra delle opere degli artigiani. All’interno del Priamar vi sarà anche una ristorazione vera e propria che sarà da traino a coloro che visiteranno le mostre e che parteciperanno agli eventi estivi e stiamo lavorando all’introduzione di una struttura ricettiva nell’ex Ostello della Gioventù. In collaborazione con il campus stiamo lavorando alla realizzazione di percorsi wellness e per l’invecchiamento attivo, ad un’area per bambini in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova e ad un Giardino dei Chinotti finanziato dal progetto “Un mare di agrumi”. Abbiamo anche in cantiere progetti più ampi ed importanti per i quali occorre consultare la Soprintendenza e la Consulta del Priamar come, ad esempio, quello per il secondo piano relativo ai locali che danno verso il mare, il Bastione di Santa Caterina e quello della Piazza del Priamar, attualmente fermo per l’accorpamento dell’Autorità Portuale di Savona con quella di Genova. Per il ristorante vi sarà un bando verso il quale c’è già stato molto interesse da parte degli operatori del settore e abbiamo deciso di non affidare l’intera struttura ad un unico gestore. Come primo step ci saranno i lavori fattibili in modo da poter mostrare agli investitori cose concrete e abbiamo potuto notare come tutti siano rimasti stupiti dalle potenzialità di questa struttura. Vi sarà anche una rimodulazione del caffè e valutiamo spazi nuovi per uno o più punti di ristorazione e uno dei nostri sogni è quello di realizzare una spa all’interno del Priamar in modo da renderlo più appetibile e fruibile a tutti coloro che visiteranno la città e in tal senso il vicesindaco Arecco ha già trovato interessa da parte di alcuni operatori del settore”.

“Abbiamo già svolto un sopralluogo nelle cellette e gli spazi, che possono essere utilizzati sia per attività fisse che per attività temporanee, sono ottimi. Ho potuto riscontrare una grande disponibilità ed entusiasmo da parte di tutti gli interessati e questro progetto ha già creato molto movimento tra gli artigiani”, ha concluso un rappresentante della categoria degli artigiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *