mercoledì, Ottobre 16, 2019
Home > Attualità > Quattro Chiese trail, per conoscere l’entroterra di Loano, Pietra, Giustenice

Quattro Chiese trail, per conoscere l’entroterra di Loano, Pietra, Giustenice

Domenica 19 Novembre a Loano si svolgerà la prima edizione della gara di trail running “4 Chiese Trail” – Trofeo CSEN – Memorial Lucio Burastero organizzata dall’A.S.D. Krav Maga Parabellum Urban Combat Self Defense con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano, del Comune di Pietra Ligure, del Comune di Giustenice e dello CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale).

La gara, che si svolge nel territorio dei comuni di Loano, Pietra Ligure e per un brevissimo tratto Giustenice (200mt circa), prende il nome dal percorso segnato dalle quattro chiese situate sulle alture di Loano (Chiesa S. Maria delle Grazie – Chiesa San Martino – Chiesa Santa Libera – Cappella della Visitazione), per una lunghezza totale di 17 km e uno sviluppo altimetrico positivo totale di 1200 metri.

La Competizione è inserita nel calendario ufficiale dello CSEN e fa parte del Corto Circuito Solidale “I Run for Find The Cure”.

Parte della quota d’iscrizione sarà devoluta in beneficienza alla ONLUS Di.Di. diversamente disabili ONLUS e a Find The Cure per la costruzione di un reparto maternità nel villaggio rurale di Naadafji Coura in Mali.

Alla gara sarà presente Marco Olmo, campione di trail, primo degli over 60 nella Marathon des Sables (gara di 250 chilometri che si svolge nel deserto del Sahara, nel Marocco meridionale) e vincitore dell’Ultratrail della Bolivia. Olmo ha nel suo palmares vittorie e piazzamenti in alcuni dei più impegnativi ultratrail del mondo.  Specialista leggendario della corsa estrema, a 58 anni ha conseguito il titolo di Campione del Mondo vincendo l’Ultra Trail du Mont Blanc.

L’atleta sarà a Loano dal sabato pomeriggio 18 novembre per partecipare ad un incontro in cui racconterà la sua esperienza e potrà impartire qualche consiglio a chi pratica trail running. La conferenza si terrà nella Civica Biblioteca in Palazzo Kursaal alle ore 18.00. Ad intervistare l’atleta saranno Pietro Saccone e Stefano Rizzo dell’A.S.D. Krav Maga Parabellum.

Domenica 19 novembre la gara prenderà il via alle ore 9.30 dalla frazione Verzi (Via Borgata Borgarino). Percorso il breve tratto di asfalto fino alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, i runners imboccheranno il sentiero verso una strada bianca, sino alla chiesa di San Martino. Oltrepassata la chiesa il sentiero prosegue verso Nord Ovest fino a incrociarne un altro che conduce al Rifugio di Pian delle Bosse. Raggiunto il Rifugio, lo si oltrepasserà proseguendo in discesa a Sud Ovest verso la Rocca dell’Avio e, da qui, verso il parcheggio della Castagna. In prossimità del parcheggio ci si dirige su di un ripido sentiero che, passando da Cascina Banca, riporta gli atleti a Verzi. Percorrendo un breve tratto di strada agricola cementata si infila un altro sentiero, che permette di attraversare il torrente in sicurezza e di raggiungere la ripida salita che conduce a “Cian Luaio”. Una volta scollinato, un ripido sentiero ghiaioso condurrà gli atleti fino a un breve tratto di strada bianca e successivamente a Via Santa Libera, strada sterrata che, passando di fronte all’omonima chiesa, ricondurrà gli atleti a Verzi. Da qui l’ultimo breve tratto di strada asfaltata che attraversa il paese, passando davanti alla Cappella della Visitazione e raggiungendo le ex Scuole di Verzi, dove è previsto l’arrivo ed un rinfresco.

La manifestazione avrà inizio alla ore 7.00 con la consegna dei pettorali e dei pacchi gara e terminerà entro le 18.00. Il tempo massimo previsto per portare a termine la corsa è di 6 ore.

Rispetto dell’ambiente e sicurezza sono centrali nell’organizzazione di questa gara. Il tracciato sarà segnalato tramite nastro segnaletico biodegradabile e sarà rimosso al termine della gara. È previsto inoltre l’uso di alcuni cartelli segnaletici in concomitanza dei bivi e anch’essi saranno rimossi al termine della competizione. Per garantire la sicurezza e la salvaguardia del territorio, prima e dopo la gara, saranno effettuati, sul percorso, sopralluoghi di pulizia dei sentieri.

La sicurezza dei partecipanti sarà garantita dai volontari che, in numero di circa 25 , si disporranno lungo percorso, indicheranno agli atleti le direzioni da prendere, avvertendoli di prestare attenzione nei tratti più tecnicamente difficoltosi.

Sono previsti 3 punti soccorso fissi, uno alla partenza/arrivo con la presenza di un veicolo della Croce Rossa, uno al Rifugio di Pian delle Bosse, dove sarà disponibile, oltre ai volontari della Croce Rossa, il medico di gara, e un terzo punto in zona Marin (Via Santa Libera).

Sarà presente un servizio “Scopa” ossia un membro dell’organizzazione procederà come ultimo concorrente, per assicurarsi che nessun atleta possa perdersi o rimanere indietro. Inoltre sarà garantita, sul percorso, l’assistenza da parte della protezione civile.

In caso di maltempo l’evento sportivo sarà rinviato a domenica 26 novembre.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *