Attualità

RADDOPPIO ANDORA – SAN LORENZO, ALL’ARRIVO!

treno loano

di Giorgio Siri

Il raddoppio ferroviario Andora – San Lorenzo, parte integrante del collegamento Genova – Savona – Ventimiglia è in funzione, come da programma di Trenitalia e della Regiona, da domenica 11 dicembre. La tratta è stata inaugurata il mattino del giorno 11, con il concorso di numerose autorità.

Il nuovo tracciato ferroviario, realizzato a monte rispetto alla linea esistente, si sviluppa per circa 19 km, di cui circa 16 km in galleria. Tre le nuove stazioni costruite: Imperia, che sostituisce le due attuali stazioni di Oneglia e Porto Maurizio, Diano e Andora, che costituisce il punto di connessione con la linea in direzione Genova. L’investimento economico complessivo è stato di oltre 580 milioni di euro.

Il nuovo percorso raddoppiato è stato inaugurato a bordo di un treno regionale sul quale hanno viaggiato  Riccardo Nencini, viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria, Giovanni Berrino, Assessore alle Politiche dell’Occupazione, Trasporti, Turismo e Personale, Marco Scajola, Assessore all’urbanistica, Fabio Natta, Presidente della Provincia, Silvana Tizzano, Prefetto di Imperia e i Sindaci dei comuni interessati dalla nuova linea.

A porgere gli onori di casa sono stati  la Presidente di Rete Ferroviaria Italiana Claudia Cattani, l’Amministratore Delegato di RFI, Maurizio Gentile, l’Amministratore Delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, e l’Amministratore Delegato di Italferr, Carlo Carganico.

Il raddoppio Andora – San Lorenzo comporta la riduzione dei tempi di viaggio fino a 15 minuti e l’aumento della capacità di traffico messa a disposizione delle imprese ferroviarie. Infatti, da oggi saranno 62 i treni al servizio della stazione di Imperia (contro i 54 del precedente orario), 56 quelli che fermeranno a Diano (46 nell’orario precedente) mentre passeranno da 22 a 30 i collegamenti della stazione di Andora.

Il raddoppio a monte tra Andora e San Lorenzo, è risultato il più idoneo sia per le caratteristiche orografiche, perché non esposto a erosione e a rischi idrogeologici, sia per garantire ai pendolari la riduzione dei tempi di viaggio e un servizio ferroviario affidabile, con standard elevati di sicurezza, regolarità e puntualità. Nessun passaggio a livello, inoltre, è presente sulla linea.

Con l’attivazione del raddoppio fra Andora e San Lorenzo, la linea Genova – Savona – Ventimiglia, su 147 chilometri di percorso, è a doppio binario per oltre 120 chilometri.

Nel contempo giunge la notizia del nuovo collegamento veloce di Trenitalia tra Genova e Roma, attraverso Firenze – percorso comunque già esistente in passato e poi soppresso da Trenitalia!-

“Accolgo con piacere la notizia del nuovo collegamento veloce di Trenitalia tra Genova e Roma. Passando per Firenze si ridurranno i tempi di percorrenza e la Liguria sarà un po’ meno isolata dal resto d’Italia. Spero che il collegamento veloce con Roma, continui a essere sostenuto dalla Regione e non si fermi solo alla sperimentazione. Questo sarebbe uno stimolo per abbattere i costi dei voli aerei per la Capitale ora in mano al monopolio di Alitalia” afferma il deputato di Possibile Luca Pastorino, che conclude:“Il turismo, l’economia, il lavoro, migliorano ed evolvono attraverso trasporti efficienti, veloci e puntuali. Genova è una grande città e ha già perso fin troppo tempo”.

Pur con gli evidenti miglioramenti conseguiti, i famosi venticinque chilometri fra Finale ed Andora, non raddoppiati, pregiudicano comunque i progetti di grande respiro!

Redazione
the authorRedazione

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: