lunedì, Novembre 18, 2019
Home > Sport > Record sfiorato alla Mezza di Chiavari

Record sfiorato alla Mezza di Chiavari

Un successo andato ben oltre le previsioni quello registrato dalla quinta edizione della Mezza di Chiavari, la
maratonina nazionale Fidal disputata sul calar del sole nel centro della provincia genovese. Avere al via, fra
gara competitiva e Family Run, oltre 1.200 corridori ha superato le più rosee aspettative, un risultato
clamoroso per quella che è l’unica mezza maratona italiana organizzata da donne, con Roberta Schiaffino e
Daniela Tummolini che si sono fatte in quattro per la riuscita dell’evento. Una tale invasione di gente ha
portato qualche servizio di gara ai limiti estremi, ma alla fine tutti sono rimasti più che soddisfatti per un
evento che si conferma leader nel panorama delle mezze maratone non solo nel Nord-Ovest italiano.
Il percorso di gara, un circuito di 7 km da ripetere tre volte, si è confermato velocissimo e solo il vento ha
probabilmente impedito al favorito della vigilia, il kenyano Gideon Kiplagat Kurgat (Italia Marathon Club) di
siglare il nuovo record della corsa. 1h07’45” il suo tempo finale, a 37” dal limite, ottenuto al termine di una
lunga sfida con il marocchino Soufiane El Aoufi (Pro Sesto Atl.), che ha chiuso a 20” dal rivale. Terzo gradino
del podio per un altro nome molto conosciuto nel panorama nazionale, il ruandese Jean Marie Vianney
Myasiro (#iloverun Athl.Terni) a 2’30”. Per trovare il primo italiano dobbiamo scendere al quinto posto, con
Alessio D’Alessandro (Pod.Torino) in 1h13’17”. Prestazione di notevole livello al femminile per Karin Angotti
(Gp Garlaschese), addirittura 20esima assoluta, che in 1h24’34” si è aggiudicata la gara davanti alla coppia
dell’Atl.Novese, con Ilaria Bergaglio a 2’39” e la campionessa uscente Maria Luisa Marchese a 4’00”.
Anche il clima meteorologico ha contribuito alla riuscita della manifestazione, anche se nel tardo
pomeriggio i nuvoloni non promettevano nulla di buono. Il fresco della prima sera ha portato tantissima
gente ad assistere alla gara e a incitare le centinaia di concorrenti sparse lungo il circuito, regalando
un’atmosfera unica alla manifestazione. Tutti, dalle associazioni sportive che hanno supportato
l’organizzazione ai vari enti, dagli sponsor agli oltre 100 volontari, fino a ogni singolo spettatore, hanno dato
il loro contributo alla riuscita di un evento che è già proiettato verso il prossimo anno, per continuare a
crescere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *