domenica, Settembre 15, 2019
Home > Attualità > Sala convegni intitolata a “Uccio” Gallinaro

Sala convegni intitolata a “Uccio” Gallinaro

Il salone delle assemblee della Cooperativa L’Ortofrutticola di Albenga è stato intitolato martedì alla memoria di Matteo “Uccio” Gallinaro, direttore storico della coop scomparso un anno fa. Alla presenza di dirigenti, funzionari, soci e dei familiari di “Uccio”, tra i quali Giuseppe Rossi, preside dell’Istituto Agrario di Albenga, il consiglio d’amministrazione dell’Ortofrutticola ha voluto commemorare l’ex direttore con l’affissione di una targa ricordo per ricordare il lavoro svolto da “Uccio” per quasi 25 anni.

“L’intitolazione della sala delle assemblee alla memoria di Gallinaro era doveroso – dichiara il presidente Fabrizio Di Sibio -. La partecipazione alla cerimonia di numerosi soci vuole dimostrare che il lavoro da lui svolto con passione e dedizione per la promozione all’estero dell’agricoltura albenganese non è mai stato dimenticato”. “Uccio non ha avuto il tempo di vedere questa nuova sede ma è come se l’avesse vissuta. Negli ultimi anni voleva essere informato per conoscere l’evolversi del trasferimento. Per lui trascorrere serate come questa, fatte di riunioni dedicate ai prodotti della Piana erano all’ordine del giorno. Ringrazio il consiglio d’amministrazione che ha voluto rammentare la sua figura”.  Alla cerimonia ha partecipato anche Fiorenzo Gimelli, responsabile del Centro Servizi per la Floricoltura della Regione Liguria, che oltre a rimarcare l’importanza dell’impegno di Gallinaro per la valorizzazione dell’agricoltura albenganese, ha presentato il progetto per la creazione di un osservatorio economico dei principali prodotti strategici del distretto del ponente ligure che prevede un monitoraggio continuo dei dati produttivi (costi e ricavi in primis) e dei mercati di riferimento nei differenti mesi dell’anno per i principali comparti produttivi: fiori recisi, fronde, foglie, vasi, quest’ultimo dedicato a margherite e piante aromatiche, principali produzioni florovivaistiche della Piana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *