lunedì, Febbraio 24, 2020
Home > Attualità > San Lorenzo di Varigotti, tesoro ligure

San Lorenzo di Varigotti, tesoro ligure

Ha venticinque anni l'Associazione che ne promuove la conservazione

La chiesa di San Lorenzo di Varigotti è uno degli edifici religiosi più suggestivi della Liguria per la bellezza della struttura e per il fascino del luogo in cui si trova: uno sperone roccioso a picco sul mare tra Varigotti e Capo Noli, sulle alture che circondano la baia del porto che fu interrato dai genovesi nel 1341, uno scorcio tra i più caratteristici e fotografati della riviera ligure; la chiesa medievale di San Lorenzo fu edificata presumibilmente su di un preesistente luogo di culto di età bizantina che doveva sorgere in un sito che, probabilmente, venne distrutto durante l’incursione del re longobardo Rotari, nell’anno 643.
Nei primi decenni del XII secolo assunse l’attuale fisionomia ad opera dei monaci benedettini provenienti dall’isola di Lèrins a cui l’aveva affidata il vescovo di Albenga, il 20 marzo 1127. Successivamente lsciata dai monaci, venne istituita come chiesa parrocchiale di Varigotti e tale rimase per 400 anni, sino al 1586.
Nel 1995, quando la chiesa sembrava inclinare all’inesorabile rovina, per il grave stato di abbandono in cui versava ed il crollo del tetto ne era prova inconfutabile, si costituì l’associazione “Amici di San Lorenzo”, che riuscì a promuovere il restauro della chiesa, restituendole dignità ed accessibilità.
L’associazione, nella sua instancabile attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle amministrazioni territoriali competenti per salvaguardare l’antica chiesa medievale di Varigotti, è giunta così al suo venticinquesimo anno.

Insieme con i resti di uello cge poteva essere il “castrum” di epoca bizantina, la chiesa di San Lorenzo costituisce un complesso di grande interesse storico e naturalistico. L’edificio è a pianta rettangolare con abside pure rettangolare. Sul lato a mare si aprono due porte a sesto acuto affiancate da finestre a feritoia, mentre sul lato a monte fu aggiunto un locale a pianta quadrata, successivamente ampliato con la costruzione di un vano attiguo con volta a crociera su costoloni tardo gotici.

Nel XVI secolo, quando la sede parrocchiale fu trasferita nella nuova chiesa edificata lungo la spiaggia, San Lorenzo “vecchia” divenne cappella cimiteriale per poi essere successivamente abbandonata.

Gravemente danneggiata durante un bombardamento inglese nel 1944, la chiesa venne restaurata una prima volta dal 1946 al 1950 e vide il definitivo consolidamento dal 1996 al 1998 con la ricostruzione del tetto, per la quale, per la prima volta in Liguria, venne utilizzato un elicottero per la movimentazione dei materiali, a cura dell’Associazione.

Gli “Amici di San Lorenzo” rivendicano sempre il loro ruolo di tutela e di promozione dell’utilizzo dell’area, provvedendo in particolar modo alla manutenzione, alla conservazione e alla difesa del monumento, cure indispensabili per contrastare e ridurre l’azione corruttrice del tempo. Inoltre organizzano attività culturali, esposizioni e visite guidate su richiesta.

L’evento principale di cui la chiesa è al centro è la celebrazione della Messa la sera del 9 agosto, alla vigilia della Festa di San Lorenzo, patrono di Varigotti. Una funzione suggestiva a lume di candelabro in un’atmosfera antica!

L’Associazione si rivolge oggi a tutti coloro che desiderano contribuire alle attività di cui essa si fa promotrice, partecipando alla conservazione di un ambiente tanto suggestivo e ricco di storia. Un particolare invito è poi rivolto a coloro che portano con orgoglio il nome del Santo a cui la chiesa è intitolata ad iscriversi all’Associazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *