lunedì, Marzo 25, 2019
Home > Attualità > Sanremo 2019, Bocelli senior e junior, Elisa e Giorgia tra gli ospiti

Sanremo 2019, Bocelli senior e junior, Elisa e Giorgia tra gli ospiti

Il palcoscenico sarà il più grande mai realizzato


di Redazione - 9 Gennaio 2019, 18:32

«Sarà il festival dell’armonia» ha detto il direttore artistico Claudio Baglioni, presentando alla stampa il 69° Festival della Canzone Italiana. Ad affiancarlo sul palco del Teatro Ariston in veste di conduttori, Claudio Bisio e Virginia Raffaele.

«Le canzoni sono musica da fanteria, un’arte povera, ma riescono laddove tante altre cose non ce la fanno: creano una memoria, sono come dei profumi e noi cerchiamo di salvaguardarle. Abbiamo cercato – spiega Claudio Baglioni – di confermare alcune piccole conquiste, che si sono rivelate buone: ad esempio il fatto di non eliminare nessuno. Il Festival, per me, non è una trasmissione televisiva. È un evento trasmesso, dunque deve avere un carattere di eccezionalità e soddisfare la voglia del pubblico di ascoltare cose nuove. Se l’anno scorso l’obiettivo era portare l’immaginazione al Festival, – prosegue – quest’anno vogliamo portare l’armonia. Il 69, visto così, richiama molto il simbolo dell’avvicinamento degli opposti. Proprio per il ricongiungimento di opposti ho pensato di chiamare fratello sole e sorella luna, Claudio Bisio e Virginia Raffaele: ho cercato di prenderla alla leggera, ci volevano due persone che avessero più ironia di me perché lo scorso anno ho finito il serbatoio».

A presentare la kermesse sanremese dal Teatro del Casinò, assieme ai tre conduttori, Teresa De Santis, nuovo direttore di Rai 1 ed il vice-direttore della prima rete della RAI Claudio Fasulo, Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo e Olmo Romeo, consigliere di amministrazione del Casinò.
«Negli ultimi anni ho seguito il Festival come vicedirettore, quest’anno ci torno con il nuovo incarico. Sono appassionata di musica, dunque ho preferito legare a Sanremo le mie prime dichiarazioni pubbliche da direttore – ha detto Teresa De Santis, nuovo direttore di Rai 1 – Siamo in un momento felice, Baglioni è un primatista: l’anno scorso ha totalizzato gli ascolti migliori degli ultimi 13 anni. Sono felice della presenza di Bisio e Virginia: è un Festival di alto profilo, si sta lavorando a un prodotto altissimo. Stiamo già pensando a qualcosa di speciale per la 70esima edizione dell’anno prossimo». 
 

I co-conduttori – Edizione numero 69 all’insegna dell’ironia

Saranno loro, Claudio Bisio e Virginia Raffaele, a “colorare” con la loro ironia questa edizione del Festival. «Né io né Virginia abbiamo niente da dimostrare – ha detto Claudio Bisio -. La grande novità è lavorare insieme. Il desiderio è fare gruppo, sul palco, anche con Baglioni se ce lo permetterà». «Non avendo mai lavorato insieme e avendo dei passati differenti, ma alla fine simili, per quanto mi riguarda mi sperimenterò anche quest’anno – ha spiegato Virginia Raffaele -. Cercheremo di entrare a tempo nel concorso canoro, ma anche in controtempo delle volte. Cercheremo di colorarlo il più possibile”.

Gli ospiti –  Confermata la presenza sul palco del Teatro Ariston di Andrea Bocelli con il figlio MatteoGiorgia e Elisa

«Al momento non ci sono ospiti non italiani. Avremo due ospiti cantanti a serata – spiega il direttore artistico Claudio Baglioni -. Se ci saranno ospiti comici? Sono molto in imbarazzo – rivela – Avendone già due, non vorrei che loro si arrabbiassero. Posso chiamare degli ospiti comici?”, chiede ai due conduttori.

Rivedremo sul palco dell’Ariston anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, la “strana coppia” già al timone di Sanremo Giovani 2018, ma cosa faranno è ancora top secret.

PrimaFestival 
Anche quest’anno, dal 25 gennaio fino alle serate, conferma il vicedirettore di Rai 1 Claudio Fasulo, «ci sarà il notiziario flash PrimaFestival. La coppia di conduttori non la sveliamo ancora, ma avrà le caratteristiche necessarie per questo spazio, in cui verranno fornite anche informazioni e dati provenienti dai social».

DopoFestival – The Dark Side of Sanremo

«A 50 anni da quando l’uomo ha messo piede sulla luna – rivela Claudio Fasulo, vice-direttore di Rai 1 – il DopoFestival 2019, in diretta dal Teatro del Casinò, renderà omaggio alle stelle della musica e alle canzoni dell’Ariston. E cielo, stelle e luna saranno non solo al centro di una rinnovata scenografia ma parte integrante di un programma che farà del racconto poetico e di un’ironia stralunata la propria cifra. A trasportarci in questo mondo ci sarà Rocco Papaleo che insieme a una band musicale accoglierà gli artisti protagonisti del Festival giocando con loro, intervistandoli e coinvolgendoli in cameo musicali dove si esibirà lui stesso. Ad accompagnare Rocco ci saranno due presenze femminili, di eleganza e fascino complementari, ognuna a rappresentare due anime diverse di quello che, in omaggio ai Pink Floyd, quest’anno è il sottotitolo del Dopo Festival: “The Dark Side of Sanremo”. E’ previsto anche un collegamento in esterna, sotto le stelle, da Santa Tecla, per dare alla serata anche un tocco glam della Sanremo by night».

Il programma delle serate 
Prima Serata (martedì 5 febbraio 2019) 
Si alzerà il sipario sul palco del Teatro Ariston e tutti e 24 gli artisti canteranno per la prima volta il proprio brano; 

Seconda Serata (mercoledì 6 febbraio 2019)
Questa sarà l’occasione per dedicarci al secondo ascolto di 12 delle 24 canzoni in gara;

Terza Serata (giovedì 7 febbraio 2019)
Durante questo appuntamento potremo ascoltare per la seconda volta le restanti 12 delle 24 canzoni in gara;

Quarta Serata (venerdì 8 febbraio 2019)
Sarà una vera serata-evento in cui ogni artista canterà in compagnia di un ospite il proprio brano, in una versione “rivisitata” per l’occasione;

Quinta Serata – Serata Finale (sabato 9 febbraio 2019) 
Dopo aver riascoltato tutte e 24 le canzoni in gara, scopriremo il brano vincitore della 69ᵃ edizione del Festival della Canzone Italiana!
Per scoprire metodi di votazione, classifiche, premi e altri dettagli

La scenografia – Il palcoscenico 2019 sarà il più grande mai realizzato

«Avremo un palcoscenico straordinariamente grande – annuncia il direttore artistico – nella scenografia di Francesca Montinaro tanti elementi sono accennati ma altre suggestioni andranno a riempirla grazie all’impianto fotografico e di illuminotecnica. Avremo ospiti autori e qualche tributo. Siamo un trio ma potremo diventare un quartetto, stiamo pensando a forme di spettacolo integrabili al concorso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *