domenica, Giugno 16, 2019
Home > Attualità > Sanremo, vetrina per la Liguria

Sanremo, vetrina per la Liguria

Di nuovo grande musica all’apertura della serata conclusiva dell’edizione 2019 del Festival di Sanremo; Baglioni, presentatore e cantante, sembra la figura ideale per condurre il Festival!

Sanremo, la bellissima città di Riviera che sembra sfumare all’ombra del suo Festival, è invece in primopaino ed era oggi affollatissima; l’atmosfera elettrizzante della manifestazione lascia sempre il segno e torna utile. “E’ una vetrina straordinaria per la Liguria perché Sanremo è un palco che unisce gli italiani ed esiste da 69 anni. Quest’anno è ancora più importante perché c’è una Liguria che, nonostante le difficoltà passate, ha voglia di crescere ed andare avanti. Sanremo è piena di gente ed i principali media del paese sono qui. Gli ascolti sono stati molto soddisfacenti e credo che sia un momento di ricchezze in questi giorni ma anche nel futuro”. Così si è espresso il Presidente della Regione Toti che, ieri sera, ha consegnato, al Palafiori, il ‘Casa Sanremo Soundies Award 2019’ per il miglior videoclip agli Ex-Otago, unico gruppo ligure partecipante al Festival, che proprio stasera si esibisce in duetto con Jack Savoretti.

Una media di 10 milioni a serata, tutte le trasmissioni in onda in tutta Italia e nel Mondo è uno strumento indispensabile per Sanremo e per tutta la Regione, per la promozione della Liguria. Proprio per questo abbiamo ripreso ad utilizzarlo. La nostra regione è ripartita dopo i fatti del ponte Morandi ed ora il Festival permette di vederla sotto aspetti decisamente più allegri. Quest’anno tenteremo di recuperare molto anche in termine di immagine, dopo quanto è successo ad agosto”. L’assessore Berrino Così tiene a sottolineare.

L’assessore alla Cultura, Ilaria Cavo, così, significativamente, afferma: “E’ un momento di grande condivisione popolare e dell’elogio della musica italiana. Chiaramente è un momento di attenzione su quelli che sono i generi musicali, ma il Festival di quest’anno è un grande segnale, visto che ha saputo davvero evolvere, aprendosi ai giovani ed a generi prima impensabili. La scommessa era difficile ma ha dato i suoi frutti”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *