giovedì, Aprile 25, 2019
Home > Attualità > Savona, al via gli interventi straordinari di pulizia

Savona, al via gli interventi straordinari di pulizia

E’ stato presentato, presso il comune di Savona, il piano di intervento di pulizia straordinaria che toccherà la città, in particolare rii e fiumi.

“Ringrazio tutti e voglio dire che i lavori inizieranno lunedì 10 settembre”, ha dichiarato il sindaco Ilaria Caprioglio, “e riguarderanno il Letimbro, il Lavanestro e altri rii del comune. Abbiamo deciso di attendere fino ad ora perchè questo è il periodo più indicato”.

Parole simili da parte dell’assessore all’ambiente Pietro Santi :”Questi lavori non sono interventi sporadici ma il frutto di un’accurata programmazione. La sicurezza è sempre stata una delle nostre priorità e voglio dire che questi lavori non potevano essere svolti prima ma devono essere effettuati a fine estate in modo da poter conservare la pulizia per 12 mesi”.

“Nel 2017 abbiamo effettuato questi lavori nel mese di ottobre e oggi siamo a questo livello”, sottolinea Danilo Pollero, agronomo Ata, “e voglio dire che se questo intervento fosse stato svolto a luglio questa situazione si sarebbe presentata a settembre. La pulizia sarà efettuata in questo periodo per mantenere la sicurezza fino ai mesi di maggio-giugno e questi progetti sono pronti e finanziati fin dal mese di luglio ma si è deciso di aspettare per un maggior risultato”.

“L’intervento più importante è quello sul Lavanestro”, prosegue Santi, “perchè il gelicidio dello scorso anno ha abbattutto più di 330 alberi e il vero pericolo proviene dalla mancanza di un regolare afflusso dell’acqua e con questo lavoro si avrà un’importante messa in sicurezza. Sul Letimbro, invece, vi sarà un intervento di tre punti : il primo riguarda il primo ponte bianco di Lavagnola prima dell’oasi protetta fino alla Foce per 27000 euro circa e riguarderà anche la rimozione dei rifiuti, il secondo andrà dal Ponte Bianco a San Martino fino al deposito dei carburanti verso la seconda cappelletta per 60000 euro finanziati per metà dal comune e per metà da fondi regionali mentre il terzo riguarda il tratto tra il Ponte Riborgo e Olivè coinvolto nell’alluvione del lontano 1992 nel quale, allo stato attuale, c’è una sorta di foresta che sarà rimossa dall’azienda “La Linfa” che ha vinto la gara d’appalto per circa 17000 euro”.

“L’obiettivo più importante è la sicurezza”, evidenzia l’ingegnere Ata Maglio, “in particolare la sicurezza idraulica sul Letimbro con l’eliminazione della vegetazione che può intralciare il normale deflusso dell’acqua in caso di eventi meteo importanti, mentre a Lavagnola la priorità è l’aspetto igienico-sanitario con l’eliminazione delle vegetazione che invade il passaggio di Corso Ricci e Via Trincee”.

“Un altro interventi riguarda il rio Marmorassi ed il rio Bricco che dall’autostrada arriva in Via Chiabrera e lì passa sotto il campus e lo stadio e confluisce nel rio Molinero. Con il ribasso d’asta è nostra intenzione effettuare un controllo del ponte Locanda del Santuario anche perchè, in quella zona, la vegetazione è aumentata nel corso del tempo. Per il 2019 vorrei un intervento alle sorgenti del Letimbro che non è mai stato fatto ed ora non è possibile effettuare per mancanza di fondi”, conclude l’assessore Santi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *