Attualità

Servizio di teleradiologia tra Savona e il Gaslini

Parte il progetto di Teleradiologia pediatrica tra l’Istituto Giannina Gaslini di Genova e le strutture sanitarie dell’ASL2 di Savona, nell’ambito della “Rete radiologica Ligure”: sarà così possibile effettuare un interscambio d’immagini diagnostiche e consulenze in forma scritta per pazienti in età pediatrica (tra 0 e 14 anni) a livello regionale.

“L’Istituto Gaslini sperimenta un innovativo modello di telediagnosi radiologica in modo da agire prontamente nei casi di difficile interpretazione diagnostica: le strutture sanitarie della ASL2 possono richiedere una consulenza a distanza al Servizio di Radiologia del Gaslini tramite un servizio di teleconsulto per ottenere una second opinion, come previsto anche nelle innovazioni richieste dalla rete di emergenza per il Piano Sanitario Regionale 2009/2011” annunciano il direttore generale del Gaslini Paolo Petralia e il direttore generale della ASL2 savonese Flavio Neirotti. E’ prevista la possibilità di effettuare un contatto telefonico pre-indagine per concordare telefonicamente l’eventuale appropriatezza e modalità di esecuzione delle indagini e i consulti potranno avere carattere di urgenza (la risposta verrà fornita il prima possibile) o di elezione (la risposta del radiologo/neuro radiologo del Gaslini è garantita entro 3 giorni lavorativi: può essere necessario attendere la consultazione di un esperto di un particolare specialista). Il trasferimento delle immagini dello studio selezionato avviene attraverso la rete informatica regionale protetta Datasiel della Regione Liguria. “Questo nuovo servizio permetterà di evitare inutili trasferimenti o di velocizzare le procedure di trasferimento dei casi critici al nostro centro di II livello. La teleradiologia evita anche la ripetizione di indagini radiologiche e permette quindi di ridurre la dose radiante somministrata alla popolazione pediatrica regionale. Infine questo progetto fornirà uno strumento di integrazione in rete non solo alle strutture diagnostiche ma anche alle strutture cliniche (rete Neurochirurgica, Oncologica, PS ecc.)” spiega Gian Michele Magnano direttore della Radiologia dell’Istituto Gaslini. Giovanni Serafini, direttore del Dipartimento Immagini dell’ASL2 sottolinea che ”il servizio di tele consulto accresce enormemente le potenzialità e migliora la qualità delle prestazioni fornite alla popolazione”.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: