venerdì, Luglio 19, 2019
Home > Musica > Sfilata di prodotti agroalimentare a Finale Ligure da venerdì

Sfilata di prodotti agroalimentare a Finale Ligure da venerdì

Un’area espositiva di 8 mila metri quadri accoglierà, dal 15 al 17 marzo a Finale Ligure, i prodotti dell’eccellenza agroalimentare regionale. A presentarli saranno oltre 200 espositori provenienti da tutta la Liguria. Il pubblico potrà assaggiare ed acquistare centinaia di prodotti e partecipare ai numerosi eventi collaterali in programma: incontri didattici, degustazioni, laboratori, seminari e convegni, dimostrazioni e corsi di cucina, di composizione floreale e di preparazione del pesto. Sono questi gli “ingredienti” del Salone dell’Agroalimentare Ligure, evento promosso da Regione Liguria, Unioncamere Liguri, Provincia di Savona, Camera di Commercio di Savona e Comune di Finale Ligure, che si terrà nel fine settimana del 15, 16 e 17 marzo nel Complesso Monumentale di Santa Caterina e nelle vie e  nelle piazze all’ interno delle mura medievali di Finalborgo.

Una formula collaudata, che nelle passate edizioni ha riscosso un grande successo di pubblico, richiamando nella località rivierasca migliaia di visitatori. Il taglio del nastro della tredicesima edizione è in programma venerdì 15 alle ore 16. Saranno presenti Flaminio Richeri, Sindaco di Finale Ligure, Giovanni Barbagallo, Assessore all’ Agricoltura della Regione Liguria, Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia di Savona, Maurizio Scajola, Segretario generale Unioncamere Liguria, e Luciano Pasquale, Presidente della Camera di Commercio di Savona. Alle 16,30, nella Sala della Capriate, saranno consegnati i riconoscimenti del Premio Salone dell’Agroalimentare Ligure a coloro che si sono distinti nel recupero e nella divulgazione delle tradizioni enogastronomiche regionali. Il pubblico potrà visitare gratuitamente l’area espositiva dalle 15 alle 20 di venerdì 15 marzo e dalle 10 alle 20 di sabato 16 e domenica 17. Il Salone sarà diviso anche quest’anno in aree tematiche: Carruggio del Pesto, Largo dell’Olio, Cantinetta, Largo del Dolce, Largo degli Orti, Via dei Sapori, AgriPiazza, Saletta Gourmet, Auditorium dei Sapori, Saletta dei Presidi Slow Food, Giardino dei Sapori e dei Profumi, Largo delle Bontà, Saletta della cucina preistorica, Largo dei Fiori e degli Aromi, Largo dell’Agricoltura. Molti i prodotti che si potranno assaggiare ed acquistare. Fra questi: olio, vino a denominazione di origine protetta, confetture, gelatine, focaccia classica, focaccia col formaggio di Recco, dolci tipici (pandolce genovese, chifferi di Finale, dolci di castagne, baci di Alassio, Amaretti di Sassello, frutta candita, cioccolato, torta stroscia), formaggi, salumi, miele, prodotti tipici (pesto, salsa di noci ed altre salse liguri, olive in salamoia, patè, torta pasqualina ed altro), asparago violetto di Albenga, liquori, birra, marmellate, latte e derivati, tartufi di Millesimo, aglio di Vessalico, acciughe salate, Fagioli di Pigna, Conio e Badalucco, farinata, sciroppo di rose, farine, basilico, pane allo zafferano, zafferano ligure, il chinotto, erbe aromatiche, piante e fiori in vaso e recisi, funghi, pasta, e molto altro ancora. Per tutte e tre le giornate il Largo delle Bontà e il Mercato del pesce proporranno fritti liguri, frittura di pesce e fior di latte, mentre alla Piazza della focaccia si potranno degustare specialità come la focaccia savonese, la “panissa”, la farinata, i ravioli fritti, le frittelle di mele e i prodotti della Cooperativa Allevatori di bestiame.  Specialità regionali anche Giardino dei Sapori e dei profumi, con la focaccia di Recco Igp, i focaccini, lo “zemin” e i “gobeletti”. Nell’ Area degli Chef allestita presso la Sala della Piramide saranno al lavoro i cuochi dei “Ristoranti del Cuore”, iniziativa a cura della Camera di Commercio di Savona che vedrà la partecipazione di molti ristoratori della provincia. La Confraternita del Pesto proporrà al Pesto Corner un laboratorio teorico-pratico sulla preparazione della celebre salsa ligure (venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 a ciclo continuo, ingresso libero fino ad esaurimento posti). Negli spazi espositivi di Cà di Nì, dimora storica che si trova nel cuore di Finalborgo, sarà allestita una mostra dedicata ai fiori della Riviera e un mercato dei fiori, mentre durante le tre giornale Coldiretti, Cia e Confragricoltura terranno laboratori e dimostrazioni presso il Largo dell’Agricoltura. Sabato 16, alle ore 10,30, prenderanno il via presso la Sala Liguria i laboratori, con conversazioni e degustazioni dedicati all’ olio extravergine di oliva, alla salagione delle acciughe, al chinotto di Savona e ai canestrelli fatti con la farina di castagne. Alla stessa ora sarà presentata la seconda edizione di RunRivieraRun, mezza maratona che si terrà il prossimo ottobre e che interesserà i Comuni di Finale Ligure, Borgio Verezzi, Pietra Ligure e Loano. Domenica 17, alla Sala delle Capriate, è in programma alle 11 una degustazione dedicata ai vini passiti, ai formaggi e ai dolci di Liguria, seguita dal corso di composizioni floreali “Fiori e intrecci pasquali” con i fiori di Sanremo (ore 15, Sala delle Capriate), e da quattro laboratori presso la Sala Liguria dedicati alla focaccia ligure abbinata agli aromi di Albenga (ore 10,30),  ai vini bianchi savonesi (ore 12,30), alle filiera della castagna in Valbormida (ore 15,30) e ai vini rossi savonesi (ore 17,30). In occasione del Salone, il Museo Archeologico del Finale, che si trova all’ interno del Complesso Monumentale di Santa Caterina, sarà visitabile con orario continuato dalle 10 alle 19 (ingresso ridotto per tutti i visitatori a 2 euro). Nelle giornate di sabato e domenica si potranno anche effettuare delle visite guidate all’ antico campanile di santa Caterina e alle celle carcerarie conservate al suo interno (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *