domenica, Marzo 24, 2019
Home > Gastronomia > Si è conclusa ieri la 31esima Festa dei Gunbi

Si è conclusa ieri la 31esima Festa dei Gunbi

Il Presidente Anna Carrara: “Personalmente siamo abbastanza soddisfatti”


di SABRINA ROSSI - 6 Agosto 2018, 16:00

Come ogni anno, ad agosto, si è tenuta la Festa dei Gunbi di Toirano, uno tra gli eventi più importanti della stagione estiva. Si sono potute assaporare le numerose specialità locali sia delle cucine, sia dell’itinerario gastronomico (street food), ma non sono mancati gli intrattenimenti, i mercatini dell’artigianato, la musica ed il divertimento. 

Sempre in prima linea, il Presidente dell’Associazione “Festa dei Gunbi” Anna Carrara che ha rilasciato una sua dichiarazione in merito all’andamento dell’evento rispetto agli anni precedenti.

Noi personalmente siamo abbastanza soddisfatti, perchè abbiamo i fedeli conoscitori della festa che ci sono venuti a trovare. Pero’ abbiamo rilevato in ogni caso un calo discreto sulle presenze, ma anche sui consumi. Questo potrebbe denotare diversi fattori, dal fatto che fa molto caldo e quindi la gente si muove di meno oppure anche dal fatto che a livello economico ci sono delle scelte un po’ più restrittive rispetto agli anni passati. Questo a noi personalmente non ha comportato gravi disagi, perchè come ho detto gli «aficionados» ci sono, le nostre tavole sono complete, il nostro lavoro viene premiato, pero’ questa lieve flessione abbiamo potuto constatarla già nelle prime serate perchè effettivamente rispetto agli anni precedenti, che poi erano anni d’oro per tutti, un lieve calo c’è stato. Noi speriamo che non dipenda questo dalla nostra organizzazione e dall’apprezzamento dell’utenza, perchè noi pensiamo di dare il massimo ogni volta. Chiaramente siamo convinti di aver messo l’impegno profuso anche le altre volte”.

E conclude rassicurando: “Tutto questo ci premia comunque, perchè la festa funziona, non ci sono disagi rilevati, non ci sono lamentele serie soprattutto da parte della comunità perchè la gente è cresciuta molto anche sotto l’aspetto del controllo e della buona educazione in generale. Anche le persone che bevono, i giovani che si divertono, qualcuno che mette qualche volta la musica alta, ciò non toglie che non ci sono fastidi rilevati da parte della comunità. Questo può significare molte cose, ma anche che i nostri controlli e la presenza massiccia delle forze dell’ordine, dalla protezione civile ai carabinieri fanno veramente deterrenza. Un controllo c’è e la gente si diverte senza eccedere. A noi questo sembra molto bello e sembra un grande progresso rispetto al passato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *