lunedì, Marzo 25, 2019
Home > Rubriche > Lettere alla redazione > Socialisti savonesi in movimento verso il congresso provinciale

Socialisti savonesi in movimento verso il congresso provinciale


di - 16 Giugno 2014, 14:00

Questo Congresso Provinciale Socialista Savonese, segnerà il ritorno volto a riprenderci tutto quanto c’è stato estorto, valori storici e consenso sociale, con l’operazione cruenta di Tangentopoli; isolando e smascherando una volta per tutte quei ‘compagni’ (?) che si sono sdilinguati, svenduti a destra e a sinistra, pur di mantenere personali briciole di potere. Noi Socialisti savonesi, siamo accanto a chi soffre le conseguenze di questa drammatica e per molti aspetti ingiusta crisi non solo economica ma anche morale. Noi Socialisti savonesi condividiamo i disagi e l’amarezza di chi ha perso il lavoro, di chi non riesce a trovarlo, dei disoccupati abbandonati a se stessi, degli anziani rifiutati, dei giovani ai quali è stato rubato il futuro. Noi Socialisti savonesi, senza false ipocrisie, rispettiamo Le Forze dell’Ordine, la Magistratura e tutti i cardini del Sistema Istituzionale. Noi Socialisti savonesi siamo riconoscenti ai trascorsi dirigenti politici del nostro partito, da Paolo Caviglia illuminato segretario, a Franco Costantino buon ultimo (con qualche ‘disguido’ come Pietro Li Calzi) per l’impegno generosamente profuso anche se non sempre riconosciuto o condiviso. E non ricadremo, come spesso è successo, nella palude dell’amacord, nelle parole inutili, nelle illusioni senza risultati concreti, non più sudditi, non più prigionieri, non più timorosi ma protagonisti determinati e coraggiosi, responsabili e al passo di una società ben diversa da quella di ieri: e sopratutto non supini, non complici, di questo sistema incancrenito del malaffare che opprime e toglie dignità all’Italia.

Gianni Gigliotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *