martedì, Agosto 20, 2019
Home > Cultura e Musica > Sonate di Beethoven il 14 ottobre a Santa Caterina

Sonate di Beethoven il 14 ottobre a Santa Caterina

Venerdì 14 ottobre alle ore 21, presso l’Auditorium di Santa Caterina a Finalborgo, la stagione musicale della città di Finale Ligure “Percorsi Sonori 2011”, arrivata alla settima edizione, prosegue con un concerto del pianista Paolo Venturino, che interpreterà due sonate di Ludwig van Beethoven: la Sonata n. 4 op. 7 in mi b magg. e la Sonata n. 5 op. 10 n. 1 in do minore.  Il concerto, organizzato in collaborazione con l’Associazione di Cultura Musicale “Palma d’oro” di Finale Ligure, fa parte di un più vasto ciclo dedicato all’esecuzione integrale delle sonate del grande compositore di Bonn che vede impegnato il maestro finalese con una serie di concerti in diverse località della provincia di Savona.

Come per tutti gli appuntamenti del ciclo, il maestro Venturino introdurrà e analizzerà le composizioni prima dell’esecuzione, con esempi musicali al pianoforte. L’ingresso è libero. Paolo Venturino ha iniziato gli studi musicali giovanissimo sotto la guida del padre, proseguendoli presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Savona. Nel 1985 ha conseguito brillantemente il diploma in Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, sotto la guida del prof. E. Traverso. Ha seguito corsi di perfezionamento con H. Vogel, L. Agustoni, A. Turco, G. Joppich, G. B. Göschl, A, Rudiger, N. Albarosa. Dal 1980 è organista e dal 1985 direttore della Cappella Musicale “Bartolomeo Della Rovere” della Cattedrale di Savona, fondata nel 1528 e dal 1985 svolge attività concertistica in qualità di organista, clavicembalista, pianista, voce solista e direttore. Dal 2002 dirige il Coro dell’Orchestra Sinfonica di Savona, con cui ha realizzato numerose esecuzioni e incisioni sinfoniche e operistiche. Dal 2003 è direttore artistico del prestigioso Concorso Internazionale di musica da camera “Palma d’Oro” di Finale Ligure. Negli ultimi anni si è cimentato in vasti cicli concertistici dedicati a Bach, Mozart, Clementi e Haydn, e l’esecuzione organistica dell’Arte della Fuga di Bach per la quale ha ricevuto l’ apprezzamento di G. Leonhardt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *