venerdì, agosto 17, 2018
Home > Sport > Calcio > “Sotto l’ombra del Chinotto”. A gonfie vele

“Sotto l’ombra del Chinotto”. A gonfie vele


di Felicino Vaniglia - 13 febbraio 2018, 14:16

Ancora un turno positivo, ancora nessuna sconfitta, ancora tanti punti (7 sui 9 a disposizione). Procede senza tentennamenti e con il favorevoli dei venti la navigazione delle nostre 3 caravelle provinciali nel mare della Serie D ala ricerca di un porto sicuro. Questa ottima 23 ^ regata porta con sè però un’altra novità sostanziale : il forse decisivo arrembaggio ai rispettivi obiettivi. E’ sicuramente così per l’Albissola che grazie alla tripletta rifilata al Valdinievole Montecatini sale a quota 39 ad un solo punticino di distacco dalla zona play . Sfoggiando la fortunata seconda divisa (quella granata) i ceramisti hanno saputo attendere con pazienza il momento propizio per colpire nel secondo tempo con Coccolo per poi, come spesso avviene, completare l’opera grazie all’ affondo di Carballo e alla prima rete stagionale di Garbini, che con uno slancio di testa chiude definitivamente (3 a 0) una partita in cui i toscani non hanno dimostrato di aver cambiato rotta dopo il subentro avvenuto in settimana dell’ammiraglio Caramelli su Lazzerini.Ora i 16 punti conquistati nelle prime sei gare di ritorno frutto della crescita mentale del gruppo e del buon lavoro svolto da Fossati spostano inevitabilmente l’asticella verso l’alto tanto che provare a classificarsi nei primi cinque non pare più un azzardo (prossima verifica a Sestri Levante contro una squadra con l’acqua alla gola). Vale lo stesso per i biancoblù che lottano per una salvezza sicura e perchè no per tentare una “mission impossible” agguantando una qualificazione nei play sino ad un mese fa quantomeno improbabile. Tutti i dati sembrano andare in questa direzione (peccato per la debacle subita a Rignano) : serie positiva salita a 5 (con ben 4 vittorie di cui due in trasferta), Gomes (autore del momentaneo vantaggio) in doppia cifra, centrocampo quadrato e reparto difensivo solido. Al Riboli, Ferrando e compagni, sono stati autori di un piccolo capolavoro compresa la ciliegina sulla torta rappresentata dal bellissimo ed emozionante gol con cui Simone Guarco (un ex di lusso) chiamato a sostituire il motorino Gallo al 4° di recupero ha mandato in paradiso gli striscioni compreso le loro rafforzate velleità. Per concludere in bellezza dal Borel è giunto il punto d’oro scaturito dall’1 a 1 con cui il Finale ha fermato la vice capolista Ponsacco.Anche in questo caso solo note positive che vanno ben al di là del buon risultato, quali il pronto riscatto dopo essere passato in svantaggio, il gol di Vittori (bentornato bomber)e le prove positive dei giovanissimi centrocampisti Lala e Buonocore. Si preannuncia un derby esplosivo quello in programma per domenica 18 febbraio 2018. Ricchissimi i temi e soprattutto i duelli contenuti all’interno del match (Chezzi c/o Buttu e Gomes c/o Virdis tanto per citarne un paio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *