martedì, Gennaio 22, 2019
Home > Sport > Calcio > Sotto l’ombra Del chinotto – Anno nuovo, vita vecchia

Sotto l’ombra Del chinotto – Anno nuovo, vita vecchia


di FELICINO VANIGLIA - 8 Gennaio 2019, 15:15

Nonostante la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia possa a volte riservare elle sorprese, in questo caso occorre dire che ciò non si avverato visto che tutte le prime cinque hanno vinto facendo il pienone. Riparte con il piede giusto il girone di ritorno del Savona che conferma il suo terzo posto in attesa di un passo falso delle due fuggitive. Non senza sudare le fatidiche sette camicie, gli striscioni espugnano il campo della cenerentola Borgaro, grazie alle reti dei due attaccanti Virdis (capocannoniere con undici centri in compagnia di Gioè e Baudi) e Lombardi (giunto al record di 5 reti in 5 gare). Non è bastata ai ringalluzziti piemontesi (anche il tipo di campo gli ha senz’altro aiutati) una prova maiuscola sul piano del carattere e dell’applicazione a evitare la sconfitta: specialmente il dinamico Pinelli ha cercato più volte di riequilibrare l’esito dell’incontro, ma la difesa in cui mancava lo squalificato Garbini , aiutata dal sempre attento Fiory, (fenomenale in almeno tre situazioni) è riuscita a mantenere inviolata la propria porta, chiudendo poi la gara all’83° dopo l’espulsione di Edalili per rosso diretto. Al termine del match, mister Grandoni ha reso merito ai suoi ragazzi, pur sottolineando alcune difficoltà incontrate dalla squadra soprattutto a metà ripresa (quando è occorso mettersi l’elmetto per evitare il peggio).Buona l’entrata di Torelli subentrato al posto dell’acciaccato Piacentini a fine primo tempo : il centrocampista ex Lumezzane (impiegato prima come mezz’ala e poi come play davanti alla difesa) ha irrobustito la mediana savonese (reparto certamente rinforzatosi), contribuendo al 2-0 che ha permesso di espugnare l’insidioso fortino dei gialli di Russo. In sostanza come affermato da Grandoni ” era importante portare a casa i tre punti e questo lo abbiamo fatto, seppur in una partita più complicata del previsto) che ha registrato un’altra prova superlativa di Cambiaso, che è uscito dal campo zoppicante per un problema al ginocchio. Almeno per questo giro le distanze dal vertice restano invariate : – 8 dal Lecco ( 2 a 1 in casa con l’Inveruno : si sperava in un pari) e – 1 dalla Sanremese (2 a 1 con la Lavagnese : stesso discorso). Dietro continua la graduale rimonta del Casale (poker a Sestri) che ritengo sia la squadra più in forma del momento. Domenica 13 gennaio ancora un turno sulla carta favorevole a Virdis e compagni considerato che affronteranno al Bacigalupo la penultima Pro Dronero mentre il Lecco a Bra e la Sanremese a Carate Brianza potrebbero trovare ostacoli più del previsto. Nel frattempo in settimana è stato portato a compimento il tesseramento del giovane Mattia Grandoni (centrocampista classe 99) figlio del mister e talento di buone prospettive.Benvenuto all’ombra della Torretta da parte della redazione dell’Eco di Savona e Provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *