mercoledì, Giugno 19, 2019
Home > Sport > Calcio > Sotto l’ombra Del chinotto – Forza e coraggio, meravigliosi ragazzi del 2002

Sotto l’ombra Del chinotto – Forza e coraggio, meravigliosi ragazzi del 2002

Nell’attesa che il Savona del presidente Cavaliere decida se portare a termine la trattativa in corso con la cordata di imprenditori milanesi che dopo la lettera di intenti hanno fatto pervenire la loro offerta o se ufficializzare l’incarico a Luca Diddi, allenatore proveniente dalle giovanili del Carpi, tecnico dato in pole position per guidare una stagione 2019 allestita con la conferma di 4/5 senatori a far da chioccia ad una nutrita schiera di giovani promettenti, a far sperare che i colori biancoblù sventolino sulla cima d’Italia sono i magnifici cadetti condotti da mister Cesare Errico. Con la vittoria ottenuta domenica 9 giugno sul Colorno (3 a 1il risultato finale mai messo in discussione) Barisone e compagni hanno infatti centrato la prestigiosa qualificazione alla Final Six che si disputerà in Romagna a partire da domenica 23 giugno.Dopo aver conquistato il titolo regionale a scapito dell’Unione Sanremo battuta per 1 a 0 al Borel di Finale L, la corsa verso l’ambito tricolore è proseguita spedita in terra di Toscana (2 a 0 a Firenze sul campo della  temibile San Michele Cattolica Virtus) per giungere a completarsi con la fresca rotonda tripletta a scapito dei campioni di Emilia. Tutti indistintamente meritevoli di citazione gli splendidi striscioni anche se l’architrave del team poggia ferma sul portierone Parodi, sui baluardi centrali difensivi Balla e Gambetta, sul tuttocampista Donato vero padrone del centrocampo e sul panzer Basso.Sono poi gli esterni bassi ed alti (i vari Nardi, D’Amoia, Gibilaro e Giglio) a completare il mosaico senza dimenticare gli eccellenti Farci, Savasta, Gaggero, Chiappori ed altri ancora. Essere nelle prime sei a livello nazione della lega dilettanti è già un traguardo ragguardevole e che fa ben sperare che diversi tra questi talentini possano entrare a far parte del calcio che conta magari esordendo la prossima stagione in serie D o passando al professionismo. Intanto visto che l’appetito vien mangiando sotto con il prossimo triangolare che potrebbe spianare la strada ad una finalissima che manca da tempo immemorabile nell’intero panorama del calcio ligure giovanile. Sarebbe il coronamento di un biennio da sogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *