martedì, Agosto 20, 2019
Home > Sport > Calcio > Sotto l’ombra Del chinotto – L’importante era tenere il passo in attesa della prova-verità

Sotto l’ombra Del chinotto – L’importante era tenere il passo in attesa della prova-verità

Con una prestazione volitiva un brillante Savona ha potuto riassaporare il gusto della vittoria in una trasferta, quella di Borgosesia, affrontata con la mentalità giusta. Bisognava fare i tre punti ad ogni costo per mantenere il contatto con le fuggitive ed i biancoblù vincendo per 2-0 la gara del “Comunale” ci sono riusciti  con le reti (una per tempo) di Bacigalupo e Muzzi. Benissimo l’esordio tra i pali di Gianmarco Fiory, un giocatore di grande esperienza (ex professionista di livello) dal quale lo staff tecnico si aspetta molto. Sarà un caso ma per la prima volta in questa stagione non si è subito il solito gol e ciò rappresenta un dato sicuramente importante che da ulteriore fiducia in vista della partita contro la corazzata Lecco che sabato ha sepolto il fanalino Borgaro un set a zero (una sorta di tiro al bersaglio). Tra gli altri aspetti positivi registrati (tenendo sempre in considerazione che i granata affrontati sono penultimi e navigano in piena zona retrocessione) ci sono i ben tre legni colpiti nella prima frazione di gioco, che oltre a legittimare il successo degli striscioni, dicono del ritrovato assetto propositivo con le numerose situazioni pericolose create in area avversaria, il ritorno in campo dopo un lungo infortunio di capitan Venneri e la prima marcatura in campionato del figlio d’arte Muzzi. Capitolo note dolenti. Pur mantenendo il terzo posto al sicuro non si è riusciti ad avvicinare né i lariani né i matuziani vittoriosi per 2 a 1 in rimonta in quel di Sestri L. Inoltre nonostante il rassicurante doppio vantaggio sono arrivati a rovinare la festa l’espulsione per doppio giallo di Bacigalupo (che è stato punito per un tocco di mano con il quale aveva segnato la rete del 3-0) e la quinta ammonizione per Cambiaso in diffida, e pertanto i due andranno a far compagnia allo squalificato Virdis. Adesso la trasognata partita Savona Fbc-Calcio Lecco, che si svolgerà presso lo Stadio “Valerio Bacigalupo” di Savona alle ore 14.30, mercoledì  28 novembre 2018 diventa lo spartiacque obbligato che deciderà le sorti del cammino di Grandoni e dei suoi giocatori. La capolista che sabato ha ufficializzato che ospiterà la Sanremese in anticipo sabato 8, ha la possibilità di chiudere i giochi quasi definitivamente nel giro di 10 giorni. Queste le parole di un mister Gaburro che non vuole esultare molto, pronunciate in conferenza stampa nel post-partita, con la testa già al recupero infrasettimanale : “ Oggi dovevamo fare semplicemente quello che abbiamo fatto, partire bene e incanalare il match sui binari giusti. Mi fa piacere che siano andati bene tutti, sia chi è partito titolare e sia chi è subentrato. In questo momento conta il passo e, per ora, noi e la Sanremese stiamo facendo un campionato al di sopra delle aspettative, ma è presto per fare valutazioni. E’ stato certamente un bel sabato, con la possibilità anche di far esordire due giocatori che lavorano con serietà e impegno e devo dire che meglio di così non poteva andare. È inutile star qui a elogiarsi, ora la testa va a mercoledì, perché Savona è una trasferta difficile. Si tratta di una partita di alto cartello e vincere a Savona significa dare un chiaro segnale al campionato. Sanremese? È uno stimolo, è una squadra che lotterà fino alla fine per vincere. Dobbiamo tenere alta la concentrazione perché questo Lecco, con questa mentalità deve stare in alto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *