giovedì, Dicembre 12, 2019
Home > Sport > Calcio > Sotto l’ombra Del chinotto – Tra exito y fracaso (tra successo e fallimento)

Sotto l’ombra Del chinotto – Tra exito y fracaso (tra successo e fallimento)

Parafrasando un notissimo aforisma molto in voga nella stampa sportiva spagnola introduco la penultima giornata del campionato di Serie D girone E (la 33° per l’esattezza). Mai come in questa occasione il titolo parla di per se’.Calcio. Nello stesso turno infatti (quello di dom.29, conficcato all’interno del ponte lungo tra XXV Aprile e 1° Maggio) si sono consumati la gioia dell’Albissola, la delusione del Savona e la disperazione del Finale. Entusiasmante ed avvincente la bella vittoria dei ceramisti in rimonta sul Ghiviborgo del mister Venturi.Il 2 a 1 maturato al Faraggiana (dove il pubblico è un dodicesimo aggiunto) vede come protagonista  Andrea Gulli (ex Genoa classe 97), autore del gol vittoria e dell’assist acrobatico da cui è scaturita la rete di Cargiolli del momentaneo 1 a 1). Peccato che l’impresa della Sanremese con il San Donato (una trasferta risoltasi a favore dei matuziani all’88° grazie ad una autorete dei toscani) ha annullato questo primo match point valido per la conquista della serie C, un appuntamento che ci auguriamo sia stato rimandato alla battaglia decisiva che si sosterrà a Seravezza, contro una squadra in salute reduce dal blitz di Viareggio.

Un Savona sotto tono (e con il lutto al braccio) rientra ko (il terzo nelle ultime 4 partite disputate) da Forte dei Marmi. La bizzarra realizzazione di Falchini al 43° del primo tempo premia il Real Querceta e condanna gli striscioni che probabilmente abbandonano definitivamente la coraggiosa rincorsa ai playoff. Anche la fortuna nelle battute conclusive ci ha messo del suo (vedi le due occasioni capitate nei piedi di Guarco e Saccà), ma non mi pare che questa volta le soluzioni tattiche predisposte per ovviare alle assenze in mediana di Gallo e Fofanà abbiano sortito gli effetti sperati (leggasi l’avanzamento di Vittiglio).Ora si avvicina mestamente l’epilogo con il Montecatini già condannato che verrà vissuto come una vera liberazione da una tifoseria già duramente provata dal modesto rendimento del team del binomio Cavaliere – Canepa (attuale settimo posto) e qualora non bastasse ferita al cuore dalla tragica scomparsa dell’amatissimo ex presidente Bettino Piro alla cui memoria i supporters biancoblu hanno reso omaggio lunedì 30 aprile allo stadio Bacigalupo con una struggente e commovente dimostrazione di affetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *