sabato, Novembre 16, 2019
Home > Cultura e Musica > Spotorno, al via rassegna "Le musiche della Rana Grassa"

Spotorno, al via rassegna "Le musiche della Rana Grassa"

Gli Arethusa Consortium sono Elena Buttiero (arpa celtica), Ferdinando Molteni (chitarra, mandola, mandoloncello, percussioni) e Stefano Tomasini (arpa celtica). Il collettivo musicale Arethusa Consortium propone un concerto di melodie che dell’Irlanda di Turlough O’Carolan giunge fino alla Francia di Yann Tiersen. Una lunga tradizione riletta in modo nuovo e divertente con una formazione inusuale: due arpe, strumenti a plettro e percussioni.

Elena Buttiero diplomata in pianoforte al Conservatorio di Cuneo, ha tenuto concerti in molte città italiane, in Svizzera, Germania, Irlanda, Francia, Serbia, Stati Uniti e Canada. Con i Birkin Tree ha registrato Continental Reel (1996) e A Cheap Present (1998). Con Carlo Aonzo ha pubblicato Il mandolino italiano nel Settecento (2008) e Fantasia poetica (2010). Ha pubblicato il metodo di solfeggio Il nuovo centone (Carish, 2011). Stefano Tomasini diplomato in arpa presso il Conservatorio “Verdi”di Milano, ha collaborato dal 1988 al 1991 con l’Orchestra Sinfonica della Radiotelevisione Italiana di Milano, sotto la direzione di maestri quali Riccardo Chailly, Luciano Berio, Zoltan Pesko, Vladimir Delman. Ha collaborato con l’Orchestra “Ars Cantus” di Varese, con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, con il gruppo “Octandre” di Bologna e con la Fondazione “Accademia Amiata” di Arcidosso.  Ferdinando Molteni, ha suonato musica folk con Celtic String Border e musica tradizionale ligure con la Compagnia della Casaccia. Come musicologo ha scritto di molti artisti, sia classici che folk e pop. Ha tenuto conferenze in Italia, Svizzera e Stati Uniti. Il suo ultimo libro è Controsole. Fabrizio de André e Creûza de mä (Arcana 2011, con A. Amodio). La rassegna proseguirà il 1 settembre con Roberto Storace & Sandro Signorile, il 15 settembre con Across The Atlantic Duo e il 22 settembre con Claudio Bellato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *