giovedì, Agosto 22, 2019
Home > Cultura e Musica > “Storie di terra e di mare…”al reparto di pediatria del San Paolo

“Storie di terra e di mare…”al reparto di pediatria del San Paolo

L’arte arriva in ospedale con il progetto PediARTria, e porta nei corridoi del Reparto di Pediatria del San Paolo di Savona colori, immagini e personaggi della Liguria di Dino Gambetta. Si intitola ”Di mare e di terra…” la mostra, che questo artista, dalla fantasia e sensibilità gentili e poetiche, ironiche e fiabesche, così vicine a quella dei bambini, ha appena allestito in una location senza dubbio insolita. Nel luminoso, lungo corridoio del reparto, appese al soffitto appaiono, come per incanto, sagome di pesci guizzanti.

Sulle pareti, insieme a delicati acquarelli, sfilano animali, oche bizzarre, gatti sornioni, superbe galline, timidi ricci, e ancora pesci, realizzati in ferro, dipinti a vivacissimi colori. Pare di trovarsi in una galleria fantastica ed accattivante, da cui spira una ventata di simpatia e freschezza, insieme ad un soffio di natura, quella natura che molti piccoli ricoverati, possono vedere solo da lontano. E’ questo il secondo progetto , legato all’arte, che il reparto pediatrico ospita fra le sue mura, dopo quello del maestro Stefano Visora. Il primario, dottor Amnon Cohen, parla con entusiasmo di un’ iniziativa, nata, come ci dice, “per gioco”: “In pediatria dev’essere così, perché il bambino ha questa empatia, questa capacità di capire chi è il suo interlocutore senza parole, è in grado di “scannerizzare” chi si trova di fronte. L’idea è nata proprio dal voler portare colori nell’ambito del reparto, dove da oltre 10 anni siamo molto attenti all’accoglienza, a prenderci cura del bambino, e non solo a curarne la malattia. Quindi tutti i giorni abbiamo il clown in corsia, abbiamo i volontari, i colori nella sala giochi, che sostituisce quella d’attesa tradizionale. Si è pensato anche al colore nei corridoi, già belli e luminosi. L’ idea , quindi, si è associata a quella di portare cultura, dove di solito non è prevista. Questo, all’inizio, spiazza un po’ chi entra in reparto, ma poi i bambini si rilassano e noi possiamo curarli meglio. Quando l’ambiente non è ostile, ma accogliente e pieno di colore, è più semplice gestire i piccoli pazienti, perché sono sereni. Poi, come dico sempre, il benessere del personale medico-infermieristico incide su quello del paziente e sul procedimento di cura. Quindi, se si entra in un reparto che è gioioso, pieno di iniziative, che mettono a proprio agio, tutto ciò aiuta a garantire il benessere generale e ad ottenere buoni risultati. Tanto è vero che, nel periodo tra la mostra di Visora e la nuova esposizione di Gambetta, il personale ha notato tale mancanza, perché il reparto pareva spoglio”.

Ma questa bella iniziativa, che tanti consensi ha suscitato, comporta anche un impegno attivo dell’artista, a cui viene data la possibilità di esporre i suoi lavori in tale spazio speciale ed unico: una volta alla settimana egli si rende disponibile per un laboratorio artistico con i bambini, in uno scambio che rende felici i piccoli, stimolandone la creatività in modo giocoso, ma arricchisce anche chi lo conduce, con l’aiuto di educatori e clown, già attivi nel reparto.

Claudia Sugliano

Dino Gambetta “Di mare e di terra..” fino al 1 maggio. Inaugurazione, aperta al pubblico, 1 febbraio ore 17.
Per i visitatori esterni ingresso libero alla mostra dalle 15.00 alle 18.00 di sabato e domenica. Per eventuali visite infrasettimanali, contattare la segretaria dell’Associazione Cresc.i onlus, tel. 0198404903, 0198404920.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *