domenica, Agosto 18, 2019
Home > Sport > Tennis tavolo: sette loanesi al Meeting di Bordighera

Tennis tavolo: sette loanesi al Meeting di Bordighera

Una buona presenza numerica con sette giocatori, qualche risultato positivo ma nessun exploit di rilievo. Si può riassumere così la partecipazione del Tennistavolo Club Loano all’edizione numero 44 del Meeting internazionale di Bordighera. La giornata odierna si è aperta con il singolare maschile Quarta Categoria, al quale non hanno preso parte pongisti loanesi. Alle 12 sono andati in scena i due tornei di singolare giovanili, misti, uno riservato agli Under 14 e l’altro per gli Under 21 (nati tra il 1990 e il 1996). La gara dei più giovani ha visto iscritti tre giocatori del Loano, con 15 partecipanti nel complesso. Nel girone eliminatorio è arrivato subito lo stop per Simone Tavilla che ha ceduto a Lorenzo Cortese, numero 1 tra i Ragazzi in Liguria, e ad Andrea Lombardo. E’ andata meglio ad Alessandro Caslini che ha passato il girone come secondo.

Nel primo match si è arreso in 3 set a Marco Pozzi, perdendo due parziali con il minimo scarto. Si è poi riscattato superando nettamente Francesco Strafforello. Negli ottavi di finale Caslini ha avuto la meglio al quinto set su Nicholas Magurno, mentre nei quarti di finale ha ben figurato contro Gianluca Burzese, senza però riuscire a strappargli un parziale. Piazzamento nei quarti di finale anche per Stefano Nobile che ha primeggiato nel suo girone vincendo 3 a 0 su Francesca Delfino e 3 a 1 su Nicholas Magurno. Grazie alla sua classifica ha usufruito di un “bye” al primo turno del tabellone, poi ha ceduto nettamente a Marco Pozzi, ancora una volta “giustiziere” dei giovani loanesi. Per quanto riguarda l’Under 21, poca fortuna nel sorteggio per Giacomo Bogliolo che ha dovuto fare i conti con Luciano De Nicola, numero 135 della classifica ligure e con Enrico Pozzetti che, pur essendo nato nel 1996, era tra i più forti del torneo, come testimonia la sua posizione numero 36 nel ranking regionale. La buona sorte ha invece premiato Stefano Tavilla che, nato nel luglio 1996, era il più giovane tra i 12 partecipanti. Ha perso 3 a 1 con Elena Valassina ma, approfittando dell’assenza di un avversario, è approdato al tabellone dove, nei quarti di finale, niente ha potuto contro Massimo Bracco, 93° della classifica ligure. L’esperienza del gruppo loanese al Meeting di Bordighera si è conclusa con il singolare Non Classificati. Anch’esso misto, ha visto al via 37 giocatori, tra i quali 7 del Tennistavolo Club Loano. Tra questi, in 4 hanno superato i gironi eliminatori. Partiamo da chi non ce l’ha fatta. Stefano Tavilla, pur racimolando parecchi punti, non è riuscito ad evitare il doppio 0 – 3 da parte dei più esperti Gabriele Biamonti e Luca Badano. Stessa sorte per suo fratello Simone, incappato nei forti Luciano De Nicola e Marco Brignolo. Alessandro Caslini si è fermato nel girone, ma si consola con una vittoria: ha avuto ragione del giovanissimo e promettente Andrea Millo della Refrancorese, al termine di una lunga battaglia terminata 11 – 9 al quinto set. Per il loanese, classe 1998, niente da fare negli altri due incontri, con Giulio Furlan e Salvatore Lombardo. Nei 16esimi di finale sono giunti Giacomo Bogliolo e Stefano Nobile. Il primo, classe 1993, ha perso con Matteo Cichero ed ha giovato dell’assenza di un rivale nel girone. Nel tabellone si è trovato nuovamente di fronte Luciano De Nicola ed è finita come nel torneo precedente: 0 a 3. Per quanto riguarda Stefano, classe 1999, non ha potuto contrastare Andrea Fuso Nerini, favorito del torneo, ma se l’è cavata bene con Roberto Torgano, battendolo 3 a 0. Nel tabellone ha ben figurato con Roberto Vigneri, senza però vincergli set. I migliori piazzamenti tra gli N.C., per i loanesi, sono stati ottenuti da Vittorio Carchero e Christian Galfrè. Quest’ultimo ha sconfitto in 5 set Filippo Commendatore e in 3 set Andrea Lombardo, perdendo negli ottavi con Stefano Giuffrè. Vittorio si è affermato senza problemi su Andrea Lombardo e Francesco Lettieri. Nel tabellone, dopo un bye ai 16esimi, si è trovato di fronte Salvatore Lombardo: l’esperto giocatore del Regina Sanremo si è imposto al quinto set, continuando poi il proprio cammino fino alla finale.

Nella foto: Vittorio Carchero, numero 125 della classifica ligure, si è piazzato negli ottavi di finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *