lunedì, Luglio 15, 2019
Home > Cultura e Musica > Torna "Metti una sera a Savona"

Torna "Metti una sera a Savona"

Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, torna la movida savonese con “Metti una sera a Savona nel centro storico..”, 4 giovedì di luglio con concerti gratuiti, negozi aperti nelle piazze del centro cittadino e non solo, organizzate dal Comune di Savona con Costa Crociere come main sponsor e in collaborazione con Ascom Confcommercio Savona, per una vera e propria festa urbana. Il primo appuntamento, giovedì 7 luglio scorso, ha testimoniato ancora una volta la voglia di eventi ed iniziative con tantissima gente in giro per la città, molti giovani e molte famiglie, a godersi Savona “aperta per ferie”. Ora l’attesa è per la prossima data di domani, giovedì 14 luglio 2011.

Ancora una volta non ci sarà solo musica e shopping per le vie del centro, ma anche tanta cultura: la Pinacoteca Civica difatti sarà aperta e ad ingresso gratuito anche nelle prossime 3 serate previste, il 7, 14, 21 e 28 luglio 2011, per vivere la città a tutto tondo e in tutte le sue espressioni, con orario dalle 20,30 alle 23,30 nella splendida sede di Palazzo Gavotti in Piazza Chabrol, nel cuore rinascimentale di Savona. Inoltre domani, oltre alle tre piazze sede di concerto, Piazza del Brandale, Piazza della Maddalena e Piazza Sisto IV, si aggiungerà una quarta “location” in Via Montenotte, con inizio ore 19,45 circa. Ci saranno anche qui musicisti di respiro nazionale, di genere rock blues: parliamo della Gaetano Pellino blues band (Gaetano Pellino voce, chitarra, Massimo Magnani basso elettrico, Gianluca Schiavon batteria). Pellino è il fratello di Neffa. Magnani e Schiavon sono due membri degli Skiantos. Il programma e le schede degli spettacoli

GIOVEDÌ 14 LUGLIO 
LOS DUENDES Piazza del Brandale ore 20.45
Flamenco e rumba gitana – I Duendes nascono più di quindici anni fa da un’idea di Marco Galvagno e presentano un repertorio che spazia dal flamenco alla rumba gitana .
Grande virtuoso e profondo conoscitore della chitarra flamenca, Marco è il leader di questo trio che esprime al meglio la passione ,il ritmo ed il calore della musica andalusa .
Lo spettacolo alterna brani famosi legati a storiche figure come Paco De Lucia, Gipsy King, Tomatito, Vincete Amigo… a proprie composizioni ispirate ai sapori ed alle atmosfere gitane.
Duendes: il fuoco di una avvolgente “Noche Latina”.
I Los Duendes sono: Marco Galvagno (chitarra), Matteo Nahum (chitarra), Andrea Anzaldi (chitarra, basso, percussioni), Sara Marchetti (ballerina di flamenco)

BANDAROTTA FRAUDOLENTA Piazza della Maddalena ore 21.30
Fanfara di ottoni – Un gruppo di dieci eclettici musicisti che offrono uno spettacolo itinerante pronto a coinvolgere e divertire il pubblico di tutte le età.
Il repertorio comprende numerosi brani di varia estrazione, dalla canzone popolare alla musica folk, alcuni titoli: Volare, O surdato ‘nnamurato, Granada, Caravan petrol, Matilda, Besame mucho, ma anche pezzi klezmer, balcanici, rock e perfino qualche parodia classica. In realtà la B.F. suona dal vivo, veramente “live” senza amplificazione come tutte le bande che si rispettino, ma certamente non somiglia ad una banda tradizionale, forse può essere paragonata ai complessi delle scuole di samba brasiliane o alle street band di New Orleans. Negli ultimi anni la B.F. si è esibita in numerosissime feste di piazza, fiere, carnevali (compreso quello di Viareggio) e manifestazioni popolari. La Bandarotta è composta da dieci musicisti.
Strumenti: 2 trombe, 4 sax, trombone, 3 percussionisti

VITTORIO DE SCALZI Piazza Sisto IV ore 22.00
IL SUONATORE JONES …e se la gente pensa che sai suonare, ebbene, suonare devi per tutta la vita…
Il poliedrico De Scalzi porta in scena la sua esperienza musicale maturata con Fabrizio De Andrè denominandola “Il Suonatore Jones”. Jones è il personaggio creato da Edgar Lee Masters nella “Antologia di Spoon River”, ed immortalato da Faber nell’album “Non al denaro, non all’amore né al cielo”, L.P. al quale Vittorio ha collaborato attivamente.
Novello “Jones” racconta e si racconta in un viaggio lungo più di trent’anni, dagli esordi con i New Trolls, in piena epoca beat, al periodo di “Senza orario, Senza bandiera” composto con De Andrè, arrivando sino alla produzione per grandi artisti della scena musicale italiana. E per concludere, in una sorta di “anima genovese” che ha sempre legato Fabrizio e Vittorio, trovano spazio alcune versioni delle più significative canzoni del cantautore ligure: Bocca di rosa, Creuza de Ma’, Il Pescatore… De Scalzi è accompagnato sul palco da Andrea Maddalone (chitarra), Edmondo Romano (sax soprano, clarinetto, low whistle, mizmar, cornamusa, flauti), Marco Fadda (percussioni), Francesco Bellia (basso)

GIOVEDÌ 21 LUGLIO 

LIGURIANI Piazza del Brandale ore 20.45
Suoni dai Mondi Liguri – spettacolo di presentazione del nuovo cd
I savonesi Fabio Rinaudo, Fabio Biale e Michel Balatti, insieme agli altri due componenti genovesi de I LIGURIANI, Filippo Gambetta e Claudio De Angeli presentano le canzoni e le musiche contenute nell’album “Liguriani – suoni dai mondi liguri” recentemente edito. Il disco contiene brani fortemente legati alla cultura ed alla tradizione della Liguria: antiche ballate, composizioni di Niccolò Paganini, canti legati alla I Guerra Mondiale ed alla resistenza danze come monferrine, scottish e valzer sia tradizionali sia composte dai musicisti. L’album è pubblicato dalla FELMAY, una delle più importanti etichette discografiche italiane nell’ambito della musica tradizionale ed acustica e verrà distribuito in tutta Europa, in America ed in Giappone. I musicisti coinvolti nel gruppo Liguriani sono tutti importanti individualità nell’ambito della musica tradizionale in Italia, con alle spalle numerose collaborazioni discografiche e tournée in Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda, Danimarca, Olanda, Belgio, Spagna, Svizzera, Austria, Finlandia, Stati Uniti e Canada. I Liguriani sono: Fabio Biale (voce, violino), Michel Balatti (flauto), Fabio Rinaudo (cornamusa), Filippo Gambetta (organetto diatonico, mandolino), Claudio De Angeli (chitarra),

NOUR EDDINE TRIO Piazza della Maddalena ore 21.30
Musica dal Maghreb – Musicista, cantante e coreografo dalle antiche origini berbere, ha fondato vari gruppi di musica etnica del deserto e Gnawa con i quali ha realizzato concerti in tutto il mondo. Ha collaborato con Tony Esposito alla realizzazione della colonna sonora del film “Storie d’amore con i crampi” e con il gruppo Trancendental per la colonna sonora de “Il Bagno Turco”. Ha partecipato con il suo gruppo musicale e di danza all’ultimo film del regista algerino Rachid Mahamed Benhadj e come cantante al film “L’appartamento” di Marco Bellocchio. Nour–Eddine, voce straordinaria, è accompagnato qui dal musicista marocchino Youness El Marrakchi e dal giovane e talentuoso tablista indiano Sanjay Kansa Banik. Il suo è uno spettacolo che coniuga suoni e atmosfere intrisi di profonda spiritualità con i ritmi liberatori della festosità rituale: il risultato è una trascinante cura collettiva per la mente e per il corpo.

LOU DALFIN Piazza Sisto IV ore 22.00
Folk-rock occitano – Nelle vallate occitane del Piemonte la band di Sergio Berardo è diventata un fenomeno di costume che ha letteralmente modificato le abitudini di divertimento della gente. Sono infatti i Lou Dalfin ad aver reso la musica occitana contemporanea, facendola uscire dai ristretti circoli di appassionati perché divenisse fenomeno di massa. Il successo è stato tale che fin dagli esordi è stata creata una volta all’anno la Festa de Lou Dalfin, sorta di ritrovo per tutti gli appassionati filo-occitani, e negli ultimi anni frequentata da migliaia di persone provenienti dal Piemonte, da tutta Italia e dall’Occitania transalpina. Lou Dalfin amalgama, sin dagli esordi, i canti, le danze, gli strumenti, le atmosfere della musica tradizionale e le sonorità più dure e graffianti della musica rock, dando vita a uno spettacolo in cui convivono melodie millenarie ed un’energia travolgente. I Lou Dalfin sono: Sergio Berardo (ghironda, organetto, flauti, voce), Riccardo Serra (batteria, percussioni), Dino Tron (organetto, fisarmonica, cornamusa), Enrico Gosmar (chitarra), Daniele Giordano (basso), Mario Poletti (mandolino, bouzouki, banjo)

GIOVEDI’ 28 LUGLIO 

KELLIE RUCKER BAND Piazza del Brandale ore 20:45
Kellie Rucker, armonicista sanguigna e cantante di raro virtuosismo, anche se ha un’anima intimamente blues, sa esplorare tanti altri territori della musica americana: il roots’n’roll, la canzone d’autore, il country folk. Nella prima parte della sua vita artistica è stata “gregaria”, accompagnando sul palco varie leggende della musica ed importanti esponenti della scena blues statunitense (Stephen Stills, Albert Collins, James Cotton, ZZ Top, Little Feat, B.B. King, Rod Piazza, Hollywood Fats, Little Charlie, Coco Montoya, Corey Stevens). Ora, da leader, può svelare tutta la sua espressività: con la voce rauca e l’armonica suonata con tecnica micidiale, nei suoi live emerge il suo blues on the road, che mescola grandi classici a suoi brani e offre al pubblico emozioni a profusione.

THE CHAIN GANG Piazza della Maddalena ore 21:30
Questi giovani, affascinati dalle radici nere del gospel, degli spirituals e del blues, ripercorrono i cinquant’anni di soul music, da Sam Cooke a Stevie Wonder, da Marvin Gaye a Bill Withers, da Al Green ad Amy Winehouse.Il progetto nasce a metà del 2010 quando Nicola (Blues Deluse, Ponte di Zan), da sempre appassionato di black music, conosce, alla jam session del “Raindogs” di Savona, Davide (Just One Night, Daniele Franchi Trio) e Puccio (Noetica) e propone loro di formare un gruppo R&B, il cui suono si rifacesse alla Motown e alla Stax degli anni ‘60/’70. La formazione presto viene completata da Tommaso (Ponte di Zan) alle tastiere e i quattro si mettono alla ricerca di una voce: con la scoperta della giovane ma talentuosissima Chantal (allieva di Danila Satragno) la formazione trova il suo assetto definitivo e inizia a calcare i palchi della Liguria.

DANA FUCHS BAND Piazza Sisto IV ore 22:00
Cantante, compositrice e attrice, Dana Fuchs ha una presenza scenica dirompente, una voce possente ma capace delle modulazioni più dolci, rude intensità, una vocalità appassionata e testi diretti e onesti: con forti radici nel blues, gospel e rock, la cantante di New York lascia il suo pubblico senza parole ad ogni suo passaggio. La sua reputazione di artista da vedere “live” ha indotto i produttori del musical di Broadway “Love, Janis” a sceglierla come cantante principale nel ruolo di Janis Joplin. Lo spettacolo è stato un successo strepitoso e le ha fatto conquistare numerosissimi fan, tra i quali la famosa regista Julie Taymor (”Frida”) che l’ha selezionata tra i protagonisti di “Across the Universe”, il film dedicato ai grandi successi dei Beatles, dove interpreta il ruolo di Sadie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *