giovedì, Agosto 22, 2019
Home > Sport > Torneo di Vado 4a categoria

Torneo di Vado 4a categoria

Il tradizionale appuntamento di Natale con il torneo di 4^categoria ospitato dal Tennis & Squash Vado, quest anno si è avvicinato davvero ad una maratona della durata di 20 giorni: per la prima volta da quando il circolo vadese ospita il torneo denominato “Natale in Riva al mare”, giunto nel 2011 alla sua terza edizione, è stata sfondata la quota 100 iscritti nel tabellone maschile; numeri in grande crescita anche per gli tabelloni in programma, in particolare nei doppi con oltre 50 coppie ai nastri di partenza.

Oltre ai numeri davvero eccezionali, anche la qualità del gioco ha subito un deciso miglioramento, grazie al mix tra giovani e promettenti atleti provenienti da Liguria e Piemonte, ed i veterani della 3^ e 4^ categoria in cerca dell’ennesimo successo: in campo maschile Mauro Alvigini, Renzo Tassinari, Riccardo Grillo e Gianpaolo Gambino si presentavano rispettivamente come i primi 4 favoriti, tutti provenienti dalla 3^ categoria nel 2011. Ritiratosi il primo favorito Alvigini per infortunio, a spuntarla è stato tuttavia un outsider, Gianmarco Carlini del TC Pineta di Arenzano, proseguendo un inizio di 2012 eccezionale che lo ha visto trionfare già in due tornei di categoria: solido da fondocampo, dotato di un ottimo servizio e di un grande senso tattico, ha dominato molti dei match disputati sconfiggendo uno dopo l’altro il sempre ostico Alberto Carta in ottavi, il compagno di circolo Valerio Spano nei quarti per 6-7 6-1 6-2, giocatore atipico dotato di grande sensibilità, il vadese Simone Zunino in semifinale con un duplice 6-2 e Stefano Guglieri (TC Lecco) in finale per 6-0 6-4. Proprio Simone ha rappresentato una gradita conferma per il circolo di casa: reduce da un 2011 con alti e bassi, la promessa del maestro Luca Andreotti è tornata a livelli molto alti mettendo in mostra, oltre alle tradizionali doti fisiche, i notevoli progressi nel gioco da fondocampo ed al servizio, frutto del lavoro svolto con tutto lo staff vadese. Simone ha sconfitto nel corso del torneo Gianpaolo Gambino (TC Cà Bianca) per 6-1 6-4 e Riccardo Bruzzo (TC Pegli Due) in quarti per 6-3 2-6 6-1, prima di arrendersi al vincitore. Nota di merito anche per il finalista Guglieri: le sue grandi doti fisiche e agonistiche gli hanno permesso di mettere a segno la sorpresa del torneo nei quarti di finale dove ha sconfitto l’eterno Renzo Tassinari per 6-33-6 6-0, mentre in semifinale ha approfittato del ritiro del forte Gianluca Caterino (Tc Pineta Arenzano), reduce dalla maratona di quasi 3 ore nei quarti di finale in cui ha avuto la meglio su Riccardo Grillo (TC Pegli due) per 4-6 7-6 6-4 salvando 7 match point, nel match più bello del torneo. In campo femminile, nuovo successo per la finalese Sara Tessitore, anch’essa reduce da un inizio di stagione esaltante con la vittoria nel torneo di Toirano: Sara ha concesso le briciole nel suo cammino verso la finale ad Alessandra Blondet (TC Andrea Doria) in quarti ed Anna Tosi (Boschi Sport Torino) in semifinale, prima di approfittare del ritiro della beniamina di casa Manuela Manzone al termine del primo set, vinto per 6-3. Semplice e molto determinata, Sara è sembrata davvero imbattibile, mostrando potenza nei colpi e soluzioni

di tocco atipiche per il tennis femminile. Doverosa una citazione anche per l’altra finalista Manzone, giunta in finale dopo aver sconfitto l’ennesima futura “campionessa” del TC Finale Laura Bizzo per 6-1 6-3 e da poco entrata a far parte del team vadese: riavvicinatasi al tennis dopo un trascorso giovanile di livello internazionale, ha mostrato gioco e colpi di livello ben più alto, proponendosi come assoluta protagonista per il 2012 ligure.
Nelle sezioni intermedie, affermazioni per Vittorio Degioanni (C.C.Cuneo) su Marco Minetti nel maschile e di Rebecca Locatelli (TC Pegli Due) sulla giovane vadese Nicole Ovario nel femminile. Grande successo hanno riscosso anche i doppi, soprattutto in un’era in cui i tornei dedicati a questa
specialità sono quasi scomparsi: nei primi turni si è visto un po’ di tutto, da coppie di amici a binomi madre/padre-figli, in cui ha prevalso il divertimento ed un clima molto gioviale. Con l’avvicinarsi dei turni decisivi tuttavia la tensione ha iniziato a salire, con coppie esperte dal passato glorioso o giovani agonisti che hanno approfittato dell’occasione per affinare le loro capacità nel gioco di volo. In campo maschile ha vinto la “tradizione”, con Riccardo Grillo e Riccardo Bruzzo (TC Pegli Due) vincitori sui veterani Renato Cretti (TC Finale) e Aldo Bello (SSD Green Park Club) al super-tie break del terzo set. Semifinale per le coppie Renzo Tassinari/Alberto Carta (Atletika Andora) e Alessio Giusto (TC Vado) /Gianmarco Carlini. In campo femminile, dominatrice assoluta la coppia Silvia Ghigliazza (TC Pineta Arenzano) / Christine Beccaro (TC Arenzano), vincitrici in finale su Margherita Volonteri e Rebecca Locatelli (TC Pegli Due) per 6-0 6-4. Infine nel doppio misto grande entusiasmo per il binomio di Vado Yuri Pulese/Manuela Manzone, dimostratosi troppo forte per tutte le coppie, compresi i primi favoriti Margherita Volonteri/Riccardo Grillo sconfitti in finale per 6-2 6-1. Entusiasta il direttore del circolo vadese Luca Andreotti per le 3 intense settimane: “Erano davvero tanti anni che non vedevo così tanta gente calcare i campi del nostro storico circolo: ciò che mi ha reso maggiormente soddisfatto è stato vedere tanti atleti, in particolare i giovani ragazzi del nostro circolo e di molti centri genovesi, Arenzano e Pegli Due su tutti, che ringrazio per aver partecipato così in maniera così numerosa, trascorrere intere giornate a tifare per i propri compagni, in un clima di divertimento, amicizia e di confronto che è contribuisce a far crescere la passione per il nostro bellissimo sport.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *