lunedì, Febbraio 24, 2020
Home > Attualità > Tosse e raffreddore

Tosse e raffreddore

tosseSiamo nel cuore dell’inverno ed i giorni 29-30-31 gennaio sono detti della ”merla” richiamando una vecchia storia. “Una volta il merlo era un bellissimo uccello dai colori variopinti ma nel cuore del re inverno aveva tanto freddo e non trovò altro rifugio che nel tepore di un camino. Salvò la vita ma divenne tutto nero”Ed anche per noi è proprio il freddo inverno che favorisce raffreddore e tosse.La causa prima di contagio ed  il conseguente propagarsi sono da ascriversi alla permanenza in ambienti chiusi. Le goccioline emesse con un colpo di tosse o starnuto, galleggiano vitali a lungo nell’aria, si possono diffondere viaggiando ad una velocità incredibile ( via aerea),  o per contatto diretto (oggetti contaminati). Determinante la prevenzione (fazzoletto o mano davanti alla bocca o al naso) e igiene lavarsi le mani La tosse e lo starnuto sono mezzi di difesa naturali per liberare le vie respiratorie da accumulo di muco, sostanze irritanti, microbi o presenze improprie (es. alimentare). Altre cause infiammatorie  della mucosa bronchiale sono il fumo o l’inquinamento atmosferico Si parte da mancanza di fiato e può arrivare a enfisema polmonare. Il raffreddore è una infiammazione di origine virale acuta che colpisce prevalentemente le prime vie respiratorie naso e gola. I più esposti sono i bambini che frequentano asili e scuole( non hanno ancora sviluppati gli anticorpi), e le persone stressate o affaticate da super lavoro (con minori difese immunitarie).Il raffreddore ha un’incubazione varia da 4 a 72 ore, ha una durata è di 5/10 giorni, esordisce con prurito al naso, starnuti, naso chiuso, mal di testa… La situazione peggiora di notte. La tosse si analizza con vari indicatori: tono tosse, all’aperto, al chiuso, stando in piedi, stando sdraiati o facendo sforzi. Prima cosa ascoltarsi e poi raccontare i sintomi della tosse al medico: grassa, secca, di giorno, di notte, dopo pasti, dopo bevande, seduti, sdraiati o facendo sforzi (tosse del runner).Vari tipi: tosse allergica se attivata da particolari allergeni solo in determinate situazioni , tosse nervosa che incide di più alla sera o quando si abbassano le nostre difese; in questo ultimo caso tipico l’abbassamento di voce, tosse da asma non sempre facile da diagnosticare, porta spesso ricadute. Se in un paziente non fumatore e dalle radiografia risulta un torace sano,le cause più comuni di tosse vanno ricercate tra : asma, reflusso gastrico, sinusite o problemi cardiaci. Mai far uso di sedativi, oltre le tisane della nonna,  se non prescritti dal medico, errato cercare di annullare il disturbo, mentre è giusto cercare di calmare, aiutare a sciogliere il catarro. In particolare in stati post influenzali si possono usare aereosol per disinfiammare.

  Pino Rosso

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *