domenica, Giugno 16, 2019
Home > Economia > Traffici: +9% a gennaio per il porto di Savona

Traffici: +9% a gennaio per il porto di Savona

Inizio anno positivo per i traffici del porto di Savona che ha chiuso il mese di gennaio 2013 mettendo a segno un aumento del 9% rispetto allo stesso periodo del 2012. In particolare, rispetto al gennaio dello scorso anno si è registrato un marcato aumento della movimentazione delle rinfuse solide industriali (carbone e minerali) e un trend nuovamente all’insù per i traffici di prodotti ortofrutticoli (il Reefer Terminal di Vado ha segnato un + 25%) dopo un anno non facile, caratterizzato generalmente dal segno negativo.

Analizzando i movimenti del mese, il comparto delle rinfuse solide risulta positivo (+91%), trainato dai forti arrivi di minerali e carboni. Si rileva al contrario una contrazione delle rinfuse alimentari (cereali e semi) e delle altre rinfuse solide (petcoke, fertilizzanti, etc) con un calo del 23%. In valori assoluti la crescita, per quanto riguarda i carboni, sfiora le 100 mila tonnellate di merci (il TRI di Vado Ligure ha totalizzato circa 157 mila tonnellate mentre il Terminal Alti Fondali di savona ha sfiorato le 100 mila tonnellate). Per quanto riguarda i minerali, le 18 mila tonnellate raggiunte a fine gennaio, in forte recupero rispetto al gennaio 2012, costituiscono un segnale di speranza nella ripresa dell’attività produttiva dell’industria pesante. Contrazione invece nel comparto delle rinfuse liquide, che chiudono con -4,9%, in conseguenza di una minore movimentazione dei prodotti raffinati e delle altre rinfuse liquide (biocarburanti, etc) mentre l’import di greggio segna un aumento anche se abbastanza limitato (+2.3%). Il settore delle merci convenzionali chiude con un calo del -10,6% dovuto alla diminuzione delle merci in container (-25%) e dei forestali (-64,4%), mentre risulta in aumento la frutta, la movimentazione degli acciai (+19,2%) e dei rotabili (+46,9%). Permane il segno meno per i container (-36%) che non manifestano sintomi di ripresa. Forte incremento, invece, per il settore delle crociere (+95% gennaio su gennaio) dopo la battuta di arresto subita proprio un anno fa in seguito al naufragio della Costa Concordia al Giglio. Buono il risultato anche nel settore dei traghetti (+16%). Nel complesso si registrano 38.365 passeggeri nel comprensorio Savona – Vado, con 18.718 passeggeri in più rispetto al gennaio 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *