Musica

Ultimo appuntamento con Cinemare 2012

Alle ore 21:30 di domani, nell’incantevole spiaggia libera di Bergeggi, si chiude la rassegna “Cinemare 2012” con la proiezione del documentario ”L’incredibile viaggio della tartaruga” di Nick Stringer. La manifestazione, organizzata dal Comune di Bergeggi e dall’Area Marina protetta “Isola di Bergeggi” con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e la collaborazione del Nuovofilmstudio di Savona, quest’anno ha visto una grande partecipazione di pubblico.

In linea con l’obiettivo di sensibilizzare grandi e piccini alle tematiche ambientali e marine, “Cinemare”, presenta questa volta il complicato viaggio migratorio della tartaruga marina attraverso l’Oceano Atlantico. La sua odissea inizia sotto le sabbie della Florida per arrivare, trasportata dal flusso caldo della Corrente del Golfo, fino in prossimità dell’Artico; supera le isole Azzorre e poi riattraversa tutto l’oceano, diretta verso i Caraibi. Dopo venticinque anni farà ritorno in quelle sabbie che l’hanno vista nascere per deporre le uova, come se quella terra reclamasse la sua maternità. Sono 200 milioni di anni che la tartaruga intraprende istintivamente lo stesso viaggio miracoloso. Questo documentario è una splendida opportunità per lo spettatore di accompagnare la piccola tartaruga nel suo itinerario e, attraverso lo sguardo del tenace animale, esplorare splendidi paesaggi marini, scoprire la varietà delle creature che abitano il mare e l’insieme di minacce che queste devono affrontare. Sempre con lei affronteremo acque tempestose vivendo un’avventura unica e misteriosa. La musica e la voce fuori campo di Paola Cortellesi elaborano un accattivante intreccio narrativo immergendoci direttamente nell’esperienza dell’animale. Il mare nella sua immensità, feroce e accogliente, ricco di insidie e di risorse, ospita il suo errante viaggio solitario attraverso sentieri misteriosi ed eterni in un equilibrio fragile, purtroppo minacciato dall’agire sconsiderato dell’uomo. La proiezione del documentario sarà preceduta dall’intervento della Dott.ssa Paola Tepsich, ricercatrice della Fondazione CIMA, che sarà dedicato alla ‘megafauna’ del Mediterraneo ed in particolare del Mar Ligure. Tartarughe marine, squali, mante e ovviamente cetacei, si trovano regolarmente nelle acque del Santuario dei Cetacei Pelagos, un’area marina protetta che comprende tutto il Mar Ligure e il nord Tirreno fino alle coste nord della Sardegna. Il Mediterraneo in effetti è un oceano in miniatura con le stesse creature e purtroppo le stesse problematiche.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: