Attualità

Un sostegno al florovivaismo ed all’agricoltura liguri

Il Consigliere Regionale Mauro Righello, vicepresidente del gruppo ragionale PD,  informa sull’iniziativa del suo gruppo di chiedere all’Assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai, sullo sblocco del finanziamenti europei ancora a dispozione; così il Consigliere Righello  :” Stamani abbiamo nuovamente  proposto all’assessore regionale all’agricoltura Mai, di riprogrammare i fondi Ue di sua competenza per affrontare l’emergenza Coronavirus e trasmettere l’appello al Governo per aiutare i florovivaisti italiani e gli operatori del comparto”.

 “L’assessore Mai ci ha confermato che, per la Liguria, le risorse non ancora impegnate del Programma di sviluppo rurale (Psr) ammontano a 8-9 milioni di euro, mentre per il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) parliamo di circa un milione. Un totale, quindi, di circa 10 milioni di euro. E visto che l’Unione europea ha dato indicazione alle Regioni di riprogrammare quanto non impegnato e speso, abbiamo chiesto di aprire un tavolo con le associazioni di categoria degli agricoltori e dei pescatori per condividere l’impiego di queste risorse a favore dell’emergenza, in affiancamento alle misure del Governo, tenendo in considerazione i settori più colpiti dall’emergenza: florovivaismo, viticultura, silvicultura, agriturismo e cura giardini privati.

All’assessore Mai è stato chiesto pure di proseguire l’interlocuzione con il Governo affinché, come sottolineato con mia lettera inviata il 27 marzo scorso, si possano sbloccare le attività di silvicultura (taglialegna) e di cura dei giardini privati. Per  quest’ultima, mi chiedo perché  la Regione Liguria non provveda con propria ordinanza,  come hanno già fatto Lombardia e Veneto”.

Anche per tale motivo, pur con tutte le discussioni in corso, l’Europa si dimostra un’entità vicina e necessaria.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: