Musica

Una rotonda sul mare, una storia d’amore che nasce

Ormai noi non più giovani, con nipoti da accudire e controllare ,i miei figli e mia moglie dicono che viviamo di ricordi, che i tempi sono cambiati che si vive in un’altra dimensione per cui anche se vuoi raccontare una storia, un aneddoto sei quasi un patetico nostalgico, sarà vero, però che bello ricordare la vita vissuta, la nostra gioventù i nostri tempi che non si possono dimenticare cosi facilmente come vogliono quasi tutti, tanto dicono i giovani non ti capiscono, sono lontani anni luce dalla nostra gioventù (circa 50 anni fa) per cui sta zitto guarda i nipoti e non rompere.

Ma io sono un testone tenace e vi voglio raccontare questa bellissima storia di un amore nato questa estate al mare, una storia bella pulita quasi incantata con l’isola di Bergeggi a fare da sfondo, e io seduto sotto l’ombrellone ad osservare e ammirare con un pò di invidia questi due ragazzi entrambi molto carini, che si scambiavano dolci carezze e che si guardavano negli occhi in modo cosi direi quasi emozionato che si baciavano alla luce del sole, in riva al mare e in mare, con dolcezza, da far felici tutti o quasi (esclusi gli invidiosi) tutti i clienti dei bagni. Voi direte ma storie cosi nascono e finiscono ogni estate, forse sarà anche vero, ma io mi sono emozionato ed ero felice per aver visto nascere questo amore, che mi ha, emotivamente coinvolto nel viverla da spettatore. Sottovoce sentivo tante persone che commentavano felici, e i ragazzi e le ragazze erano curiosi da sottolinearlo con furtivi risolini. La stagione balneare è finita, ma non la loro storia, anche se come si diceva ai miei tempi che ” un amore nato al mare non porta mai all’altare” io invece mi auguro che abbia un lieto fine. Per meglio farveli conoscere uso dei nomi di fantasia, lui lo chiamerò PierMattia un giovane di circa 23 anni, molto serioso con una spumeggiante capigliatura rossa, gran lavoratore, e stato un promettente e mancato calciatore ,che se la tirava anche, ma le prospettive erano veramente pochini anche perchè i suoi idoli erano purtroppo solo Sampdoriani, un piccolo peccato veniale che ancora si trascina (auguri), e molto intraprendente, a una classe sopraffina eclettico e fantasioso, per adesso si improvvisa un grande piccolo manager (a buone prospettive per diventarlo) sarà sicuramente un grande sommeliers, ma per adesso assaggia essendo un buongustaio la sua giovanissima dolce ragazza, che chiamerò , Margherita paragonandola ad un fiore essendo una diciassettenne che sta sbocciando , lui, molto volentieri sta sfogliando tutti i suoi petali, suscitando un po di invidia tra le sue amiche sia locali che foreste, anche se lei abita e studia a Milano non ci sarà nebbia che tenga a questo vi posso assicurare travolgente amore. Lei e molto dolce, delicata, molto carina, innamoratissima , e con il suo lieve stragismo di venere lo a letteralmente ammaliato, a prescindere dal suo bel corpo, quello che risalta e constatare che insieme sono veramente una bella coppia, che voglio rivedere la prossima estate ancora e sempre più innamorati. Si e una banale storia di ragazzi diranno in tanti, ma chi se ne frega, se tu sei un anziano che ti piace vivere di ricordi, leggiti qualcosa anzi al mare leggi pure qualunque cosa,fatti dei bei bagni e rilassati, e la prossima estate tieni gli occhi chiusi tanto ce il nostro eterno ANGELO che vede, osserva da gran marpione, e tiene tutto sotto controllo, anche quello che succede nelle cabine, e chissà se anche lui a qualche bellissima storia da raccontare. Mi viene voglia di chiedergli di raccontarmene qualcuna. Ad majora.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: