Attualità

Verso la Processione del Venerdì Santo

processione venerdì santo savonaLa Processione del Venerdì Santo a Savona è un evento di fede e devozione popolare, che si svolge ogni due anni. E’ organizzata dal Priorato generale delle confraternite di Savona centro, ovvero dalle sei confraternite, (Nostra Signora di Castello, Cristo Risorto, Santi Pietro e Caterina, Santi Agostino e Monica, SS. Trinità, Santi Giovanni Battista, Giovanni Evangelista e Petronilla) già esistenti nel trecento, sul Priamar proprietarie delle 15 casse lignee. Quest’anno il turno di Priorato Generale spetta alla Confraternita del Cristo Risorto che ha sede a Savona in largo Varaldo. Quest’anno, a differenza delle passate edizioni, le tre casse: l’Addolorata della Arciconfraternita della Ss. Trinità che si trova in Santa Rita, e le due casse conservate in Santa Lucia: Bacio di Giuda e Incoronazione di spine, non saranno portate la settimana precedente in Duomo, ma nella chiesa di san Giovanni Battista in san Domenico, di via Mistrangelo. Un’ altra novità riguarda il complesso strumentale-vocale dei mottetti, ovvero il coro di voci maschili e femminili, voci bianche, accompagnati dal gruppo bandistico Forzano di Savona, che quest’anno si posizionerà tra le casse di testa della processione. In piazza Mameli uscirà dalla processione, posizionandosi al centro della stessa, mentre le casse proseguiranno nel loro percorso in via Nazario Sauro. In piazza Mameli, si terranno quasi tutte le esecuzioni dei mottetti, in sequenza: Jesus, Crocem tuam, Seavo dolorum turbine, che sono gli antichi canti in latino appositamente scritti per il Venerdì Santo. Il coro si riunirà alla coda della Processione, quando questa ripasserà dalla parte opposta della piazza, per proseguire in Via Montenotte. Questo permetterà ai camalli e a chi si trova in processione di fruire dell’ascolto dei Mottetti. Partenza dal Duomo alle ore 20.30, piazza Duomo, via Caboto, piazza Cavallotti, via Gramsci, piazza Leon Pancaldo, via Paleocapa, piazza Mameli, via Nazario Sauro, largo Vegerio, via Paolo Boselli, piazza Mameli, via Montenotte, via Astengo, piazza Sisto IV. Mentre le casse entrano in piazza Sisto IV, si potrà ascoltare in sottofondo la voce di Don Giovanni Margara che le descriverà e farà un breve commento. Al termine il vescovo monsignor Vittorio Lupi impartirà da balcone del palazzo del Comune la benedizione, con lui il sindaco e il priore generale che quest’anno sarà Roberto Bertola della confraternita del Cristo Risorto. In preparazione alla processione, sono stati effettuati tre incontri di preghiera presso l’oratorio del Cristo Risorto, guidati rispettivamente dai parroci di San Giovanni Battista in San Domenico, della cattedrale di N. S. Assunta e da mons. Vescovo. Come da tradizione verrà proposta ai portatori una raccolta di denaro che sarà devoluta alla Croce Bianca di Savona. A questo proposito è stato interessato il presidente, dott. Ruggero Basso, che ha suggerito l’acquisto di alcuni defibrillatori. Si pensa di istituire un corso per l’insegnamento all’uso di tali apparecchiature, a cura dei militi della Croce Bianca. Apre la Processione il cupo rullìo dei tamburi (una affiatata squadra – una decina circa – che da anni dà il ritmo cadenzato alla Processione con innesti dalle bande di Legino e di Cairo) Come già detto nelle “Novità” il grande complesso corale-orchestrale dei “mottetti” non sarà più tra l’ultima cassa e il Clero, ma sarà posizionato subito dopo la prima cassa, perché all’arrivo in piazza Mameli si posizionerà al centro della medesima, in modo da far ascoltare l’esecuzione dei mottetti a tutti i portatori delle casse. Il grande complesso corale-orchestrale dei ‘mottetti’ Jesu, Saevo e Crucem tuam sarà diretto unicamente da Igor Barra, maestro della Banda Forzano, così costituito: a. orchestra: composta da tutto il Civico Complesso Bandistico “A. Forzano” al gran completo con la sezione di archi coordinati da Massimiliano Patetta; b. coro, composto da: voci maschili: Corale Alpina Savonese, elementi del Coro Monteverdi di Cosseria, voci femminili: Coro La Ginestra di Savona, elementi del Coro Monteverdi di Cosseria, Coro di S. Pietro ed elementi del Coro Della Rovere di Savona voci bianche: alunni di alcune Scuole Elementari cittadine La Banda Sant’Ambrogio di Legino, posizionata subito dopo la croce di Passione, esegue brani trascritti per banda tratti dalla Passione secondo Matteo di Bach. La Banda Mordeglia di Celle Ligure. (posizionata dopo la cassa dell’Ecce Homo), eseguirà lo stesso repertorio della banda di Legino. Precede gli ordini religiosi il Coro Polifonico di Valleggia con la Banda Puccini di Cairo. Il Coro di Valleggia, che coordina questo gruppo, diretto da Marco Siri, si avvale della collaborazione degli ex cantori del Coro stesso, della sezione Voci Bianche, e soprattutto di vari gruppi “amici”: la Corale Polifonica Cellese, il Coro Guido d’Arezzo di Carcare, la Corale S. Maria di Cogoleto, il Concentus Mater Misericordiae di Savona, il coro Polifonico Città di Albisola, il Coro San Maurizio di Segno e il Coro di Sportorno. In memoria dello stimato fondatore del Coro di Valleggia, scomparso lo scorso anno, questo grande complesso si chiamerà “Giuseppe Rebella”. Il gruppo eseguirà i celebri brani sacri Stabat mater, Adoramus, Vexilla, Koral. Ricordiamo infine che la prova generale dei “Mottetti” si svolgerà presso il teatro “Chiabrera” di Savona lunedì 14 aprile alle 21. La serata sarà presentata dal giornalista Marco Gervino. In questa occasione verranno eseguiti tutti i brani che si ascolteranno durante la Processione.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: