sabato, Gennaio 25, 2020
Home > Cronaca > Violenza sulle donne: leggi chiare ed un processo di rieducazione della società

Violenza sulle donne: leggi chiare ed un processo di rieducazione della società

“La ratifica della Convenzione di Instanbul relativa alla prevenzione ed alla lotta contro la violenza delle donne è un passo significativo, tuttavia l’Italia e la Liguria in particolare, devono colmare il vulnus che ci separa dal Nord Europa ove la Donna è considerata tale, non mero oggetto di possesso.” Ad affermarlo è Silvana Ramorino,responsabile del Dipartimento Famiglia -Nuove Generazioni -Futuro della Lega Nord Liguria “L’obiettivo è ambizioso, ma deve essere raggiunto se non vogliamo continuare a contare morti e feriti. Vanno messe in campo tutte le risorse funzionali a far evolvere culturalmente uomini e donne: i primi debbono essere educati a relazionarsi in modo civile, partendo da un lavoro su sè stessi,in quanto la violenza è palese espressione d’insicurezza,frustrazione e bassa autostima.

 

Le donne invece vanno rese consapevoli del fatto che non deve essere ritenuto un comportamento normale: nessuno abuso lo è, tanto nella sfera privata, quanto in quella lavorativa;sia che si tratti di violenza fisica, sia che si parli di quella psicologica. Postremo, servono la certezza della pena ed una legislazione chiara ed organica: basti pensare al mobbing, per capire quanto lavoro c’è ancora da fare.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *