Attualità

Il raduno nazionale degli Alpini in balia del distanziamento

Il consigliere regionale Angelo Vaccarezza – Forza Italia – rammenta il rinvio dovuto all’emergenza Covid-19 di  uno degli eventi più attesi a livello nazionale, ovvero l’adunata nazionale degli Alpini, che avrebbe dovuto tenersi a Rimini dal 7 al 10 maggio e che, stando alle ultime notizia, sarà rimandata ad ottobre.

Così si esprime Anmgelo Vaccarezza: “Buongiorno Amici. Oggi vi parlo di un argomento che mi sta molto a cuore, che fa parte ormai da sempre della mia quotidianità. Oggi vi parlo di Alpini.Resta indelebile nel mio cuore, ma sono convinto anche nel vostro, l’immenso lavoro fatto dalle ‘Penne Nere’ in questi mesi, e gli eccezionali obiettivi raggiunti. Oggi però vorrei parlarvi di un evento nazionale e delle ricadute che l’emergenza Covid ha avuto anche nel loro universo. L’Adunata Nazionale dell’ A.N.A. è una manifestazione imponente che richiede organizzazione, precisione e molto impegno. Avrebbe dovuto svolgersi a Rimini-San Marino fra pochi giorni: ovviamente è cambiato tutto“.

Nell’approssimarsi della data scelta, la sede nazionale ha ricevuto da alcune sezioni e da alcuni soci una serie di proposte per promuovere iniziative che ricordino simbolicamente l’evento. Tra queste non mancano quelle più “social”, come un flash-mob sui balconi di casa cantando il “33”, o quelle più “cerimoniali”, come un alzabandiera in contemporanea in tutti i Gruppi davanti ai monumenti ai Caduti cittadini“.

Ho sempre portato molto rispetto per il Corpo degli Alpini . Sono presente a moltissimi eventi che le sezioni e i gruppi organizzano nella mia regione ma anche oltre i confini liguri. Loro sono i nostri pilastri, testimoni della memoria storica dell’Italia. Ma vedete, il senso degli incontri Alpini merita un impegno e una serietà che travalichino qualunque iniziativa, per buone che siano le intenzioni dei proponenti. Chi li frequenta lo sa: alla base di tutto sono forti gli elementi di testimonianza, ricordo e riconoscenza, soprattutto ora che molti di loro sono andati avanti proprio a causa del virus contro cui si sono battuti“.

Condivido le dichiarazioni del Presidente Nazionale dell’ A.N.A Sebastiano Favero. Per onorare la loro memoria, ricordarne le gesta e celebrare il loro futuro non è sufficiente un flash mob sul balcone, ne basta un “33” cantato nel quartiere. Gli Alpini meritano molto, molto di più perchè sono molto di più. Per quello che hanno fatto per la storia della nostra Patria, e che continuano a fare

Attendiamo di sapere se eventualmente verrà organizzata come si deve e sempre secondo regole l’Adunata per il mese di ottobre. Nel frattempo, portiamo avanti quei valori di impegno, solidarietà, coraggio, amor Patrio, che l’Associazione Nazionale Alpini ci insegna e che ci rende orgogliosamente italiani davanti al mondo intero” .

E con queste parole di Vaccarezza, che condividiamo, salutiamo l’Associazione Nazionale Alpini!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: