Attualità

Venti di Partecipazione: seconda assemblea di quartiere domani alle 20.45

La cittadinanza è invitata a partecipare numerosa alla seconda assemblea di quartiere che si terrà domani alle ore 20.45 nelle seguenti sedi: Locali ex I^ circoscrizione, Via Crispi – Assemblea Lavagnola, Santuario, Montemoro; Auditorium Accademia Musicale Ferrato Cilea, Via Zara – Assemblea Villapiana – Via Mignone; Società Operaia N.S. Della Misericordia, Via Famagosta 4 – Assemblea Villetta – Valloria; Locali ex IV^ circoscrizione, Via Nizza 1 – Assemblea Zinola – Fornaci; Locali ex V^ circoscrizione “piramidi”, C.so Mazzini – Assemblea Centro – Città Vecchia; SMS Fratellanza Leginese, Via Chiabrera 4 – Assemblea di Legino; Biblioteca ex III^ circoscrizione, C.so Tardy e Benech – Assemblea Oltreletimbro – S. Rita; SMS La Rocca, Via Alla Rocca di Legino – Assemblea La Rocca – Mongrifone – Fontanassa.

Per tale data i referenti di quartiere avranno gli strumenti per illustrare all’Assemblea i lavori fatti rispetto alle segnalazioni di aprile, quelli non ancora risolti e quelli che verranno portati a termine con i 26.550 euro stanziati dall’Amministrazione comunale tramite fondo di riserva. La riunione del 27 assume inoltre particolare importanza alla luce del fatto che verrà illustrata la possibilità di influire sul bilancio 2013. E’ la prima volta che a Savona vengono messi a disposizione 400.000 euro per un bilancio partecipato (il 20% del capitolo manutenzioni dei lavori pubblici).
Le scelte che le assemblee dovranno fare, dando naturalmente un’ordine di priorità dovranno riguardare tre voci: 1) manutenzione stabili comunali 2) manutenzione strade 3) illuminazione pubblica. Afferma l’Assessore al Decentramento Sergio Lugaro “Questo che le Assemblee si apprestano a fare è un passo importantissimo e nuovo. La cittadinanza attiva finalmente è chiamata in causa per le scelte strategiche della città. Dopo soli sei mesi dall’inizio del progetto Venti di Partecipazione, penso che influire su un bilancio partecipato sia un enorme risultato. Certo il processo partecipativo ha ancora degli ampli margini di miglioramento, soprattutto per il ritorno delle proposte fatte durante l’Open Space Technology, istanze a cui gli assessorati e i settori di competenza daranno una risposta nel giro di 15 giorni ora che, grazie a una collaborazione con la S.A.C.S. (Associazione Studenti Campus di Savona) , abbiamo a disposizione un database che raccoglierà tutte le segnalazioni evidenziate negli incontri partecipativi. Se penso però che il prossimo passo potrebbe essere un’esperienza pilota sull’urbanistica partecipata credo allora che la strada tracciata in questi mesi dalle Assemblee di Quartiere vada nella direzione giusta. Per questo invito la cittadinanza a dare una risposta forte all’appello dei referenti una risposta come quella che aveva mosso quasi 300 persone nella prima convocazione di Assemblea di Quartiere”.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: