Attualità

Lega Pro – Per il Savona trasferta a Sant’Arcangelo di Romagna

 Quinta partita di campionato per il Savona, che affronta la terza trasferta del torneo priva dell’allenatore, Ninni Corda, squalificato per “atteggiamento irriguardoso verso l’arbitro”, così come il difensore Nicolò Antonelli, entrambi espulsi durante Savona-Monza. E qui, dopo quattro giornate di campionato, vorrei fare un piccolo bilancio sugli arbitraggi. Busto Arsizio: arbitro Rapuano di Rimini. Arbitraggio impreciso, molti falli non sanzionati. Voto: 5. Savona-Casale, arbitro Adduci di Paola. Partita non facile da dirigere, ma nel complesso arbitraggio sufficiente: voto 6. Renate-Savona, arbitro Baroni di Firenze. Direzione di gara buona e senza protagonismi, è costretto ad espellere Miale su segnalazione di un assistente: voto 7.

Ed eccoci al signor Colarossi di Roma, arbitro di Savona- Monza. Dopo un primo tempo senza sbavature, ecco che, nella ripresa, il direttore di gara decide di fare quello che non dovrebbe: il protagonista. Si inventa un fallo contro Virdis dopo che lo stesso giocatore ne aveva subiti due, evidentissimi, e poi attende un gesto di stizza di Antonelli per sventolargli il secondo giallo. A quel punto sembra soddisfatto di aver affermato il principio “in campo comando io ed il regolamento lo faccio io” e, dopo l’espulsione di Corda, si calma e termina la partita senza affanni. Voto: 4,5  Quello che non è chiaro è il motivo per il quale l’allenatore di una squadra dovrebbe tenere un atteggiamento “riguardoso” nei confronti dell’arbitro, altrimenti si becca l’espulsione: io pensavo che fosse sufficiente tenere un atteggiamento corretto, che naturalmente dovrebbe essere reciproco, ma che all’arbitro si debbano dei “riguardi” o, come da vocabolario, delle “attenzioni”, mi sembra veramente ridicolo! Tuttavia non mi stupisco più di nulla: lo 0-3 a tavolino nei confronti del Cagliari ne è l’ennesima conferma. L’articolo al quale si è fatto riferimento per sanzionare la società isolana è assolutamente inapplicabile al caso in questione, perché parla di “fatti e situazioni”, cioè di un qualche cosa che non si è verificato, mentre al Cagliari possono essere imputate le “dichiarazioni” del suo presidente. E che quest’ultime non siano assimilabili ai fatti o alle situazioni lo si deduce leggendo, in un altro punto, il regolamento stesso laddove parla, appunto, di “dichiarazioni”. Il regolamento dunque distingue chiaramente fra  “dichiarazioni”, “ fatti”, “situazioni”, ma per la Federazione invece, è tutta la stessa minestra! Ritornando al campionato, dopo aver battuto il Monza con tre gol di eccellente fattura, grazie al solito Virdis e alla “bomba-Carta” su punizione, i biancoblu affrontano la trasferta con il Santarcangelo con qualche affanno: a parte l’assenza di Corda in panchina e di Antonelli al centro della difesa, preoccupano le condizioni di Quintavalla, un giocatore difficilmente sostituibile. In compenso rientrano Taino, Miale e Demartis. In forse Gallon. Attenzione comunque a non sottovalutare i romagnoli, che l’anno scorso hanno disputato un campionato eccellente e sono alla ricerca della prima vittoria. Sul loro campo, contro il quotato Venezia, hanno recuperato il risultato pur in inferiorità numerica. Possibile formazione del Savona:  Aresti; Belfiore, Quintavalla (Miale), Marconi, Taino ; Carta ( Demartis), Agazzi, Gentile, Cattaneo; Scotto, Virdis. In panchina: Gozzi, Balzaretti, Melis, Romero (Rocca, Baglione, Gallon). All: Corda, in panchina Mattu.

Programma della 5^ giornata, 30 settembre, ore 15: Alessandria-Milazzo; Fano-Giacomense; Mantova-Bassano; Monza-Bellaria; Pro Patria-Castiglione; Renate-Venezia; Rimini-Forlì; Santarcangelo-Savona; Valle d’Aosta-Casale.

Classifica dopo la quarta giornata: Savona 12; Alessandria, Forlì e Renate 9; Pro Patria 7; Bellaria e Castiglione 6; Venezia e Giacomense 5; Mantova 4; Monza, Milazzo e Rimini 3; Bassano, Santarcangelo e Fano 2; Valle d’Aosta 0; Casale -3.

Marcatori: 7 reti Virdis. 4reti: Falomi, Brighenti, Degano.

Prossimi impegni dei biancoblu: 7 ottobre, Savona-Mantova, 14 ottobre, Milazzo-Savona.

Filippo De Nobili

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: