Attualità

Bellaria Igea Marina, un’insidia per la capolista Savona

 Archiviato con soddisfazione il pareggio di Forlì, i biancoblu di Ninni Corda tornano sul terreno di casa, dove hanno ottenuto tre vittorie e un pareggio, per affrontare l’insidioso Bellaria, che ha pareggiato ben cinque delle nove gare disputate. I romagnoli sono reduci da una sconfitta, è vero, ma proprio per questo cercheranno di riscattarsi attuando una partita di contenimento, per poi ripartire con il gioco di rimessa. In casa Savona tengono banco le assenze: domenica mancherà Quintavalla, squalificato, e non sarà facile rimpiazzare un giocatore che, sinora, è sempre stato fra i migliori in campo. In compenso rientrerà Gallon, che ha scontato il turno di squalifica, mentre rimane il dubbio sul portiere; se Aresti non dovesse farcela, vista l’indisponibilità di Gozzi, dovrebbe giocare il giovane Secondelli, a meno che non venga tesserato un quarto numero uno.

L’infortunato Scotto dovrebbe riproporsi, partendo dalla panchina, mentre rimane in dubbio il bomber Virdis. La nona giornata del Campionato di Lega Pro Seconda Divisione è stata caratterizzata dallo scontro al vertice fra la capolista Savona ed il Forlì, secondo della classe. Ne è uscito un pareggio che, se da un lato conferma la forza dei romagnoli, dall’altro esalta il carattere dei ragazzi di Ninni Corda, che, pur privi di pedine fondamentali come Virdis, Gallon, Scotto e Gentile, hanno disputato un ottimo incontro, portando a casa un pareggio meritato e mantenendo il primato in classifica. Da quanto tempo il Savona non era da solo in testa ad un campionato di questo livello? Come si possono criticare una società, un allenatore ed un direttore sportivo che stanno rilanciando l’immagine dei gloriosi colori biancoblu come non avveniva da tempo immemorabile? Ora, sui canali nazionali della televisione, si parla del Savona con lo stesso interesse con il quale si parla di società come il Mantova, l’Alessandria, la Pro Patria, il Rimini, il Venezia, il Monza; che cosa vogliamo di più? Siamo partiti per disputare una stagione tranquilla, con una società nuova di zecca, e siamo davanti a tutti, grazie anche, bisogna dirlo, alle prodezze di Virdis e alle grandi capacità di Corda, un allenatore che in questa categoria non è secondo a nessuno. Quello che ancora manca è l’interesse di una parte dei tifosi, quelli che non vengono allo stadio, forse pensando che, in fondo, siamo in quarta serie: si, è vero, ma è una quarta serie di lusso, perché l’Entella, ripescata quest’anno in terza serie, ha costretto il Verona, che in Coppa Italia ha poi eliminato una squadra di Serie A, il Genoa, ad una difficile vittoria per 3-2, subendo due reti da Rosso, quello stesso che l’anno prima aveva giocato contro il Savona in quarta serie.

Possibile formazione del Savona : Aresti; Belfiore, Antonelli, Marconi, Miale (Taino); Demartis, Agazzi, Carta, Gallon; Romero, Virdis (Cattaneo). All. Corda. In panchina: Secondelli, Balzaretti, Scotto, Taino, Cattaneo, Baglione, Cantatore.

Il programma della decima giornata, domenica 4 novembre, ore 14.30:

Casale-Renate; Castiglione-Forlì; Fano-Pro Patria; Giacomense-Alessandria; Monza-Mantova; Santarcangelo-Rimini; Savona-Bellaria; Valle d’Aosta-Bassano; Venezia-Milazzo.

Classifica:  Savona punti 20; Castiglione, Forlì e Renate 18; Pro Patria 17; Bassano 14; Alessandria e Venezia 13; Mantova 12; Monza e Bellaria 11; Santarcangelo 10; Giacomense 8; Rimini 7; Valle d’Aosta e Milazzo 4; Casale e Fano 3.

Penalizzazioni: Casale -5; Monza -4; Fano e Valle d’Aosta -1.

Marcatori: 12 reti Virdis; 7 reti Varricchio e Brighenti; 6 reti Degano e Gasbarroni; 5 reti Ferrari; Falomi e Melandri.

Prossimi impegni dei biancoblu: 11 novembre, Castiglione-Savona, 18 novembre Savona-Giacomense, 25 novembre Savona-Fano, 2 dicembre Bassano -Savona

Filippo De Nobili

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: