Attualità

In un anno nel Savonese più 14,8% i senza lavoro

Molte ombre, e qualche spiraglio di luce. E’ quanto viene evidenziato dai tradizionali indicatori, relativi al mese di settembre, elaborati dall’Osservatorio Mercato del Lavoro dell’Amministrazione provinciale. Negativa risulta, infatti, la performance degli iscritti (+1,63%) sia rispetto al mese precedente sia, soprattutto, nel confronto con lo stesso mese del 2011. Se rispetto ad agosto 2012 l’aumento risulta contenuto (da 22.298 a 22.662, +1,63%), la crescita rispetto al settembre 2011, nonostante sia calcolata al netto delle modifiche introdotte nella rilevazione dei dati relativi allo scorso anno, è del 14,8%.

Un dato imputabile alla crescita dei disoccupati, degli inoccupati e degli occupati precari. Tuttavia i dati di flusso relativi alle nuove iscrizioni risultano in linea con quanto rilevato nel settembre 2011 evidenziando, in questo modo, la ciclicità delle dinamiche occupazionali. In termini di genere, sono gli uomini ad evidenziare i maggiori aumenti e nel complesso sono le fasce di età dei quarantenni e dei cinquantenni a far rilevare gli incrementi più sensibili. In lieve diminuzione rispetto ad agosto gli iscritti alle liste di mobilità, che si attestano a 2020 unità (erano 2039 il mese precedente) di cui 638 risultano occupati. Sono soprattutto i centri per l’impiego di Albenga e di Carcare a far rilevare i maggiori incrementi. Ancora negativa risulta, nel mese, la performance delle cessazioni di rapporti di lavoro che salgono, per effetto del termine dell’alta stagione turistica, a 8.916 unità. Dal confronto con la rilevazione del settembre 2011 emerge un peggioramento sia nel numero delle cessazioni che in quello della tenuta occupazionale. Negativa risulta anche la performance dei contratti attivi a fine settembre che si riduce, rispetto ad agosto, di oltre 10.000 unità e di oltre 7.000 unità rispetto a settembre 2011. Ma sono soprattutto i contratti di lavoro flessibili quelli a far rilevare le maggiori contrazioni. L’ultima nota negativa è rappresentata dalla dinamica delle ore concesse di cassa integrazione che a settembre 2012 fanno registrare un +76,03% rispetto ad agosto ed un +167,6% rispetto a settembre 2011. Positive risultano, invece, le performance, rispetto al mese precedente, degli iscritti alle liste di mobilità, del numero dei soggetti diversamente abili e della dinamicità della domanda di lavoro che risulta in ripresa in tutti i suoi comparti. Il confronto con gli analoghi dati riferiti al settembre 2011 mostra, tuttavia, un lieve peggioramento anche nelle performance positive: Così lo stock degli iscritti in mobilità si incrementa di oltre 260 unità, l’entità della domanda risulta nel complesso inferiore e, con eccezione del manifatturiero, la diminuzione rispetto a settembre 2011 coinvolge tutti i comparti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: