Attualità

Savona più “attraente” per i turisti che sbarcano

Nell’arco di 10 anni, il traffico crocieristico nel porto di Savona ha registrato l’incremento più rilevante in ambito nazionale, sfiorando lo scorso anno il milione di unità. Di questi, circa un quarto, oltre 250 mila, sono passeggeri in transito, ovvero turisti che hanno a disposizione la giornata libera per sbarcare e visitare la città ed i suoi dintorni.

Alle spalle del porto, il territorio della provincia di Savona, costituito dalla Riviera ligure di Ponente e da un entroterra a forte valenza turistica, genera quasi la metà dei soggiorni registrati in Liguria, a sua volta tra le regioni più frequentate da ospiti italiani e stranieri. Sui questi due punti di forza e sulle rilevanti sinergie che possono essere sprigionate dal loro incontro, si fonda il Progetto Accoglienza che vede protagonisti, a Savona, l’Autorità Portuale, il Comune e la Camera di Commercio, impegnati nella promozione di un segmento specifico del fenomeno crociere: la Port Authority si occupa dell’accoglienza a filo banchina, l’Amministrazione comunale è impegnata ad “accompagnare” gli ospiti in città, la Camera di Commercio organizza e sostiene le iniziative rivolte a far conoscere ai croceristi il resto della provincia, racchiusa entro un raggio di 50 chilometri. L’obiettivo è favorire il prolungamento della vacanza, con l’offerta di suggestioni uniche: dalla mondanità della Riviera alla suggestione dei paesi dell’entroterra, dal divertimento alla natura, dall’enogastronomia ai monumenti, dalla nautica all’alpinismo.  Al Seatrade Med Cruise in corso a Marsiglia, il Progetto Accoglienza presenta due esempi di “eccellenze” originali: un prodotto della terra (il Chinotto di Savona) e un prodotto del territorio (il progetto Quattro Borghi, che coinvolge il comprensorio tra Noli e Borgio Verezzi). Il chinotto come frutto e bevanda, ma anche come ingrediente per dolci e marmellate, essenza per profumi e saponi. Finalborgo, Noli, Varigotti e Verezzi, località tra le più celebrate della Riviera, si sono unite nel progetto di marketing “Quattro Borghi”, con il fine di sviluppare azioni rivolte a soddisfare nuovi target turistici (tra i quali i croceristi) e favorire l’interazione degli operatori economici del settore turistico, commerciale e agricolo. Tra le prime azioni intraprese, l’acquisto di tre bus (da 20 posti ciascuno) che collegheranno i quattro borghi attraverso l’altopiano delle Manie, con un percorso sconografico e suggestivo che potrà essere orientato verso gli ospiti giunti al terminal crociere. Nell’ambito della Seatrade Med Cruise Convention, il presidente dell’agenzia marittima Cemar di Genova, Sergio Senesi, ha reso note le previsioni elaborate per il 2013, che indicano il mare Mediterraneo come destinazione di riferimento per molte compagnie, con un aumento del +7% rispetto al 2012. Senesi ha tuttavia sottolineato l’andamento “piatto” del mercato italiano che rappresenta circa il 30% di tutto il traffico crocieristico: nel 2013 si prevedono infatti 10.965.000 passeggeri movimentati nei porti italiani (+1,4% rispetto ai 10.809.000 passeggeri del 2012).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: